Roma già si sente in “zona gialla”: assembramenti e folla al centro ieri

105

Roma – Ancora siamo in zona arancione, ma Roma si sente gialla. Troppa gente per le vie del centro nel pomeriggio di ieri, 24 aprile, alla vigilia della Liberazione.

Nell’ultimo sabato arancione, in una giornata assolata,
con la temperatura massima di 25 gradi, i romani hanno deciso di trascorrere alcune ore per le vie del centro, belle più che mai: in poco tempo scatta il rischio di assembramento.

File davanti ai negozi e ai bar, gruppi di ragazzi vicini, alcuni dei quali con la mascherina abbassata, famiglie e anziani a spasso per la capitale, a godersi il sole. La Questura ha deciso di chiudere momentaneamente via del Corso per far defluire le persone. E ancora: per questo ultimo weekend in fascia arancione è stato disposto un piano di controlli anti-assembramenti per evitare la folla in centro, nei parchi e nei litorali.

Ci sono state chiusure temporanee anche Trastevere, dove la Polizia Locale ha isolato alcune piazze a causa della grande folla: piazza Santa Maria in Trastevere, piazza San Calisto, piazza Trilussa e piazza San Cosimato. Le chiusure sono state attuate per far defluire le persone fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui