Roma Nord: parte da Sant’Oreste la mobilitazione per farla rinascere

Il primo cittadino ha convocato un'assemblea pubblica alla quale sono stati invitati anche gli amministratori viterbesi

1199

Roma-Civita Castellana-Viterbo: al via da Sant’Oreste la massiccia mobilitazione istituzionale che si sta organizzando in questi giorni per  dare un’accelerata agli interventi di riqualificazione previsti sulla linea ferroviaria.

Come ha annunciato lo stesso sindaco di S.Oreste, Valentina Pini, l’obiettivo è quello di costituire “rispetto alle evidenti criticità” “un percorso collegiale e intercomunale, aperto ai cittadini interessati, ai Comitati dei Pendolari e ai Sindaci dei paesi della via Flaminia e del Viterbese. L’obiettivo è di avere dalla Regione Lazio certezze sulle tempistiche e di proporre soluzioni per mitigare i disagi attuali e futuri”.

L’ordinanza del comune di Sant’Oreste

Lo scorso 19 agosto, con la seduta preliminare della “Commissione Speciale di Studio sui trasporti”, convocata dall’amministrazione nell’aula consiliare è stato avviato questo percorso congiunto che, come prossimo step, ha l’assemblea pubblica del 23 agosto presso il Bunker Soratte.

L’incontro vedrà coinvolti i Comuni, compresi quelli della provincia di Viterbo, serviti dalla RomaNord.

Sono stati invitati a partecipare il personale coinvolto nella gestione dei trasporti locali, appartenente alla Regione Lazio, al XV Municipio di Roma, alle aziende Atac e Cotral.

Sul tema il Comitato pendolari Ferrovia Roma Nord in una nota ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto l’invito dal Comune di Sant’Oreste, che ringraziamo, per partecipare a un incontro per l’istituzione della commissione di studio per monitorare l’avanzamento delle opere della nostra linea e per seguire da vicino l’evolvere della situazione ferroviaria attuale a meno di un mese dall’inizio del nuovo anno scolastico e delle problematiche che immancabilmente ci saranno visto il nuovo regolamento ANSF, la riduzione delle corse extraurbane e la mancanza di investimenti seri sulle infrastrutture.

Qua si parla di anni, quando invece si dovrebbe parlare di mesi o settimane…e tutto questo tempo non ce l’ha nessuno, visto che è stato sprecato in passato.

Noi a tale proposito abbiamo tante cose da dire e lo diremo.

Proveremo a fare anche proposte per risolvere qualche problema visto che il tempo a disposizione è veramente poco e non vogliamo assistere inermi allo sfacelo della romanord.
Il problema non è solo legato all’inizio delle scuole ma è cronico, vissuto sulla pelle di scolari e lavoratori che si spostano.

All’incontro, che si terrà oggi al Comune di Sant’Oreste dalle ore 18.30, sono stati invitati anche la Regione Lazio e ATAC. Secondo voi verranno?

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui