Il neo presidente operativo già da oggi per insediarsi in tempi brevi e proseguire l'attività amministrativa

Romoli: “Una soddisfazione ma è anche una grande responsabilità”

113

“Una soddisfazione ma è anche una grande responsabilità”.

Alessandro Romoli, neo presidente della Provincia, commenta a caldo l’esito delle urne che lo ha visto prevalere con grande distacco dal candidato di Lega e Fratelli d’Italia, Giulivi.

Ed esprime “soddisfazione sia per il risultato delle liste sia per il risultato che ha avuto la mia candidatura all’interno del panorama politico. E’ indubbiamente una vittoria importante che ci dà due segnali: da una parte la Provincia casa dei Comuni e che quello che è stato fatto fino ad oggi dal mio predecessore, il presidente Pietro Nocchi, è sicuramente un percorso virtuoso che è stato apprezzato da molti amministratori senza guardare a pregiudiziali di carattere ideologico. Quello che abbiamo detto anche in campagna elettorale cioè che la nostra non è un’unione politicizzata ma un’unione che guarda al territorio e a quelle che sono le necessità sia stata compresa dagli elettori che ci hanno tributato una schiacciante vittoria. E questo è un dato sicuramente importante e anche di responsabilità per quello che sarà l’andamento in questi anni dell’ente Provincia”.

In merito all’importante differenza di voti dichiara “mi aspettavo una vittoria schiacciante perché di fatto ho lavorato sul territorio guardando a tutte le realtà locali, l’ho fatto con la conoscenza che mi arriva dopo tanti anni di gavetta sul territorio e quindi sono contento che gli amministratori hanno creduto in questa proposta. E’ una soddisfazione ma è anche una grande responsabilità”.

Ribadisce poi, come già detto in campagna elettorale e fatto dal suo predecessore Nocchi, “noi siamo a disposizione di tutti. La fase elettorale è terminata, da oggi dobbiamo costruire una Provincia partecipata affinché tutte le sensibilità rappresentate in consiglio provinciale possano poi trovare la loro rispondenza nell’azione di governo che l’ente sta portando avanti. Su questo siamo assolutamente convinti, sono certo e auspico che prevarrà da parte di tutti la responsabilità. Abbiamo davanti tante sfide sia in ordine al Pnrr sia alle tante incombenze che la Provincia sta portando avanti sul territorio. Lo dobbiamo fare cercando di guardare a tutti e cercando di poterci sforzare di tradurre questo in attività di governo”.

Romoli assicura di essere pronto a lavorare fin da oggi.

“Esco da vice presidente, conosco la macchina amministrativa. Abbiamo molto da lavorare quindi già da oggi saremo operativi, lavoreremo all’insediamento che possa avvenire quanto prima così che si possa proseguire con l’attività amministrativa”.

Il neo presidente poi sintetizza le priorità del programma di governo: “Attenzione assolutamente al territorio, salvaguardia di quelle che sono le peculiarità della Tuscia e soprattutto potenziamento dell’attività della Provincia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui