Ronciglione: appello a Chi l’ha Visto per riaprire l’ospedale S.Anna

611

Ospedale Sant’Anna di Ronciglione protagonista sulle reti nazionali.

Mercoledì scorso, infatti, su Chi l’ha visto?, trasmissione di Rai Tre, in finale di puntata è andato in onda l’appello in diretta di alcuni rappresentanti del comitato, in testa Fabio Troncarelli, per la riapertura del nosocomio.

Si tratta dell’ultimo atto, in ordine di tempo, dei tanti intentati per cercare di ripristinare la funzionalità della struttura, fino a qualche anno fa eccellenza della sanità viterbese.

Quest’estate, al riguardo, è stata avviata anche una petizione online, molto partecipata, con la quale: “Si chiede la riapertura completa dell’ospedale di Ronciglione (vt) situato nella provincia di Viterbo sud sulla direttrice principale via Cassia Cimina dove transitano 1 milione di autovetture al mese.

L’ospedale ha un bacino di utenza di 65000 abitanti era il terzo ospedale della provincia per coefficiente di esercizio. Perché riaprirlo? Sia per la sua ubicazione geografica sia per la troppa distanza dall’ospedale di Belcolle di Viterbo sia per la tortuosità e la pericolosità della strada per raggiungerlo ben documentata da reticoli di giornali e verbali delle polizie locali per incidenti ghiaccio frane, sia per offrire un servizio di assistenza ai cittadini migliore rispetto ad oggi, problema del quale ci siamo ben resi conto in questi giorni del covid 19 ma non solo”.

Fabio Troncarelli – comitato “Salviamo l’ospedale”

Da tantissimo tempo ci battiamo contro il progressivo smantellamento del nostro importante ospedale che, nel corso degli anni, è stato impietosamente depotenziato – spiega l’ex consigliere comunale Fabio Troncarelli, uno dei “fondatori” del comitato “Salviamo l’ospedale”.

I continui tagli alla sanità pubblica, con la finalità di accentrare le prestazioni, in realtà hanno ottenuto l’effetto contrario, ovvero l’intasamento del pronto soccorso di Belcolle ed il progressivo ridimensionamento degli ospedali più piccoli.

Nelle nostre intenzioni c’è l’obiettivo di attuare una sorta di “risveglio delle coscienze” che riconsideri la centralità del diritto alla salute e l’importanza di un’azione sinergica sul territorio per garantirlo a tutti i livelli.

Da più di dieci anni siamo impegnati in questa lunga battaglia e per questo, voglio ringraziare a nome del Comitato Pro ospedale S. Anna di Ronciglione, la trasmissione CHI L’HA VISTO per averci dato la possibilità di portare a conoscenza nazionale la nostra richiesta le difficoltà sanitarie del nostro territorio”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui