Ronciglione: per Mascarucci, l’ex sindaco scomparso, nemmeno un’epigrafe comunale

156

Domenico Mascarucci, ex sindaco di Ronciglione per dieci anni e rappresentante di spicco della politica locale, si è spento sabato scorso, nel completo silenzio dell’attuale amministrazione che non si è preoccupata nemmeno di inviare un messaggio di condoglianze.

L’amaro sfogo è del figlio e collega giornalista Americo che, con il suo consueto garbo scrive:

“Ringrazio tutti coloro che in questi due giorni mi hanno espresso cordoglio e vicinanza per la scomparsa di mio padre Domenico.

Un grazie di cuore alla Comunita’ Montana dei Cimini che ha espresso pubblicamente il cordoglio per la scomparsa del suo primo presidente. Papa’ fu anche sindaco per dieci anni e il silenzio dell’Amministrazione comunale, che non ha inteso ricordarlo nemmeno con un’epigrafe, e’ stato notato da tante persone che mi hanno espresso il loro disappunto per questo atteggiamento mai attuato da nessun’altra amministrazione verso ex sindaci defunti.

Forse e’ cambiata la politica, forse sono cambiati gli uomini, le istituzioni, il garbo istituzionale. Ad ogni modo chiudo qui questa polemica personale, ricordando che papa’ in fondo ormai da molti anni aveva scelto la riservatezza e difficilmente accettava di partecipare a cerimonie dove gli venivano assegnati dei riconoscimenti per le sue precedenti attivita’ amministrative, fino a delegare me a rappresentarlo.

Quindi ancora grazie a tutti e comunque viva Ronciglione che ha sempre tanto amato”.

Una dichiarazione composta ma, allo stesso tempo, fortemente caratterizzante della deriva attuale della politica, privata anche delle pur minime regole di “galateo istituzionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui