RossoDiretto è la rubrica calcistica de La Mia Città News a cura di Mattia Ugolini

RossoDiretto – In Serie A valzer delle panchine, grandi ritorni e colpi di scena: il calciomercato parte col botto

Conte saluta l'Inter ed al suo posto arriva Inzaghi mentre Allegri torna alla Juve. De Paul all'Atletico, Hakimi e Cristiano Ronaldo con le valigie in mano? Il Milan torna in Champions ma perde Donnarumma a zero. E Pirlo...

121
Simone Inzaghi, José Mourinho, Luciano Spalletti e Massimiliano Allegri

La Serie A è finita da una settimana esatta e le big – ma non solo – si stanno già rifacendo, quasi completamente, il look. La rivoluzione più rumorosa è sicuramente quella che sta avvenendo in casa Inter: i nerazzurri sono da poco rimasti orfani di Antonio Conte, troppo distanti le richieste della società dalle sue ambizioni. La caccia al suo sostituto è durata neanche due giorni, giusto il tempo di portare in porto la trattativa con Simone Inzaghi. L’allenatore piacentino firmerà a breve un contratto biennale da 4 milioni a stagione, probabilmente è stata la cifra – praticamente il doppio di quella offertagli dalla Lazio – a fagli cambiare idea. Claudio Lotito, infatti, aveva provato a blindare il suo pupillo fino al 2024 ma, nonostante i sorrisi tra i due, le firme sul rinnovo non sono mai arrivate. Un’occasione d’oro per Beppe Marotta che, con un pressing quasi asfissiante, ha convinto Inzaghi ad atterrare sulla panchina dei campioni d’Italia.

Contemporaneamente all’Inter, anche la Juventus sta attuando una piccola rivoluzione per tornare ad essere competitiva e cercare di contendere lo scudetto agli storici rivali nerazzurri. Massimiliano Allegri, a due anni di distanza dalla separazione, è tornato nella Torino bianconera. Sulle sue tracce, oltre alla Juve e all’Inter, c’era anche il Real Madrid, che ha salutato Zinedine Zidane. Decisivo l’addio di Fabio Paratici per il ritorno del tecnico livornese, pronto a rimettersi in gioco.

Sullo sfondo di questo valzer delle panchine c’è anche Maurizio Sarri, disoccupato da un anno e voglioso di iniziare una nuova avventura. L’ex Napoli, Chelsea e Juve sembra essere destinato a rimanere un’altra stagione fuori dal giro, anche se in molti pensano che la Lazio possa puntare su di lui per il dopo Inzaghi. Ma imbastire una trattativa tra le parti è difficile, soprattutto per via dell’ingaggio. L’alternativa, per i biancocelesti, potrebbe essere Sinisa Mihajlovic: il serbo conosce bene l’ambiente ed ha dimostrato di saper fare buone cose con il Bologna.

Resta incerto, invece, il destino di Andrea Pirlo, che al suo debutto da allenatore è riuscito a conquistare due coppe e l’approdo (non scontato) in Champions. Per il Maestro si parla di Sassuolo, anche se i neroverdi sono in trattativa avanzata con Italiano, protagonista nella stagione scorsa con il suo sorprendente Spezia. Attenzione però, perché il nome di Pirlo potrebbe figurare anche sull’agenda di Lotito.

Anche la panchina del Napoli di De Laurentiis da ieri ha un nuovo padrone. Il patron biancazzurro, dopo aver esonerato Gennaro Gattuso (subito accasatosi alla Fiorentina di Rocco Commisso), ha deciso di puntare su Luciano Spalletti. I partenopei sono riusciti a strappare il sì del mister anche grazie alle promesse sul mercato: Zaccagni, Castrovilli e Senesi sono gli obiettivi.

Passaggio di consegne in casa Roma, dove si stanno avvicendando i portoghesi Paulo Fonseca e José Mourinho. I giallorossi sono in fibrillazione e non vedono l’ora di annunciare in pompa magna lo Special One che, dopo 11 anni, torna in Italia e spera di risollevare le sorti della Roma, reduce da un deludente settimo posto.

L’unica squadra che non deve preoccuparsi di trovare un nuovo allenatore è il Milan, fresco di ritorno in Champions dopo 7 lunghissimi anni di astinenza. Stefano Pioli ha convinto il fondo Elliott, che ora si sta adoperando per progettare la campagna acquisti. A disturbare l’atmosfera rossonera è però la grana relativa a Gianluigi Donnarumma: il baby-portiere, convinto dal suo agente Mino Raiola, non ha accettato il rinnovo proposto dal club ed è attualmente in cerca di una nuova sistemazione. Tutti gli indizi sembrano portare alla Juventus, dato che Gianluigi Buffon è pronto a lasciare. Dal canto suo, Paolo Maldini ha salutato Donnarumma ed ha deciso di scommettere su un altro giovane, ossia Mike Maignan, (ex) numero 1 del Lille campione di Francia. In queste ore si stanno trattando anche i riscatti di Tonali e Tomori, tutt’ora in bilico.

Tutti questi movimenti sulle panchine stanno oscurando quelli dei giocatori. A muoversi nell’ombra è Jorge Mendes, agente di Cristiano Ronaldo. Il portoghese, reduce da una stagione difficile in bianconero, ha lanciato diversi messaggi criptici negli ultimi giorni: prima il trasloco delle auto, poi un post dal sapore di addio. Alla finestra ci sono Psg e Manchester United, anche se l’ingaggio, va detto, è pesantissimo. Non è pertanto da scartare una sua permanenza a Torino.

Achraf Hakimi, l’Inter sta pensando di venderlo ai francesi del Psg

Gli altri nomi caldi in queste ore sono quelli di Achraf Hakimi e Kalidou Koulibaly. L’esterno marocchino è corteggiato dal Paris Saint-Germain, che però non avrebbe presentato un’offerta accettabile, mentre il difensore in forza al Napoli potrebbe partire nel caso in cui arrivasse una proposta da 60 milioni.

Rodrigo De Paul, in partenza direzione Madrid

 

Infine, ieri sera si è aperta una trattativa tra l’Udinese e l’Atletico Madrid per Rodrigo De Paul. Il fantasista dei friulani vantava numerosi estimatori in Italia, su tutti Milan ed Inter, ma l’offerta dei colchoneros è molto allettante, dato che si aggira attorno ai 40 milioni. Per l’argentino, che ha già dato il proprio assenso a trasferirsi nella capitale spagnola, sarebbe la seconda esperienza in Liga dopo quella con il Valencia.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui