Per il deputato FdI fondamentale la capacità di fare gruppo e l'affiatamento tra tutte le forze del centrodestra

Rotelli: “La vittoria di Luca Giampieri a Civita Castellana è anche generazionale”

233

Grande entusiasmo e un’emozione che sfiora la commozione.

Il deputato FdI Mauro Rotelli non ha remore nell’esternare le sensazioni vissute nella lunga giornata di ieri, culminata nella vittoria – al primo turno – di Luca Giampieri a Civita Castellana.

“Il merito di questo risultato va riconosciuto tantissimo a Luca e alla sua capacità di fare gruppo e di aver reso questa coalizione, che poi è un’alleanza tra i partiti e una lista civica, una squadra molto affiatata”.

Un affiatamento palpabile anche nelle ore trascorse nell’attesa del risultato. “Si respirava un’atmosfera molto buona. – rimarca Rotelli – Con i candidati di tutte le liste tutti insieme, nello stesso luogo, a vedere i risultati. Che non è una cosa scontata”.

Un’atmosfera che secondo il deputato meloniano “dipende da Luca e da tutti gli altri ragazzi. A me dà l’idea che questa sia anche una vittoria generazionale perché sono tutti giovani. E gli altri, che hanno fatto la storia della destra e del centrodestra a Civita Castellana e che in questa fase hanno compiuto un passo indietro o di lato, hanno permesso a tutta questa nuova generazione di prendersi il palcoscenico e poi la vittoria”.

Rotelli esprime anche “straordinaria soddisfazione per il risultato di Fratelli d’Italia che dimostra come oramai il partito non si debba porre limiti quando può esprimere personalità, uomini e donne, competenti e di valore. All’interno del centrodestra insomma possiamo dire la nostra, in maniera uguale, insieme agli altri partiti”.

Rotelli osserva poi la singolarità del dato elettorale “anche strano da commentare” di Civita Castellana.

“Perché c’è un risultato del 16% per Rifondazione comunista, priva di rappresentanza a livello parlamentare, che testimonia anche il valore delle persone che questa forza politica e la tradizione comunista riesce a sviluppare a Civita Castellana e il primo partito è Fratelli d’Italia. Due dati particolari: nella stessa cittadina avere FdI come primo partito al Comune e Rifondazione al 16 percento è interessante da studiare, è una realtà viva”.

Il parlamentare FdI auspica che l’entusiasmo e l’affiatamento, percepiti durante l’attesa dell’esito delle urne, siano buon viatico per la nuova amministrazione.

“In questo momento parlerei di ‘modello Civita’ per l’atmosfera che si respira e che ha contagiato e coinvolto me, il senatore Fusco, i rappresentanti di Forza Italia in maniera positiva. Ora che la campagna elettorale è finita e ognuno può tornare a svolgere i ruoli, non soltanto di parte e di partito ma naturalmente di territorio, io dico che questa è un’atmosfera che deve contagiare tutti noi di questa metà campo ma anche tutti gli altri. La provincia di Viterbo adesso sta proprio sul limite di una serie di obiettivi da raggiungere che sta proprio dietro l’angolo. E si raggiungono solo se si spinge tutti nella stessa direzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui