Crisi di governo, Rotelli (FdI): “No all’inciucione, al governo di ‘salvezza renziana’. Subito al voto, lo vogliono gli italiani!”

"Fratelli d'Italia è l'unico protagonista del panorama politico nazionale che ha affermato sempre le stesse cose, in uno scenario in cui tutti dicono una cosa e il giorno dopo l’esatto contrario"

Rotelli - Meloni

On. Rotelli, lei è uno dei deputati di Fratelli d’Italia più vicini a Giorgia Meloni ed è il leader del partito nella Tuscia. Perché è giusto andare al voto il prima possibile e stroncare le intense, e variopinte, manovre dilatorie in atto?
“Fratelli d’Italia è l’unico protagonista del panorama politico nazionale che ha affermato sempre le stesse cose, in uno scenario in cui tutti dicono una cosa e il giorno dopo l’esatto contrario. Andare alle urne subito per noi significa restare coerenti e dare agli italiani un governo in grado di fare le cose che vogliamo e ripetiamo da tempo, senza cercare inciuci o accordi sottobanco in grado solo di garantire una poltrona, quella a cui nessuno vuole rinunciare”.

Che cosa pensa delle giravolte di Matteo Renzi e delle sperticate offerte di Beppe Grillo al Pd? Ma non si odiavano, non se le dicevano di tutti i colori, dem e pentastellati? E adesso? Folgorati da improvviso amore?   
In questa crisi di governo le anomalie sono molte, a partire dal presidente del Consiglio Conte che, sfiduciato, ha pensato bene di non limitarsi a formalizzare la sfiducia, ma inizierà la votazione in Senato con le sue comunicazioni. In questo modo stiamo dando al premier uscente l’occasione di fingere che il suo governo possa andare avanti costruendo una maggioranza diversa, con 5 Stelle e Pd: una sorta di “inciucione” che impedirà agli italiani la possibilità di scegliere chi governerà tramite il loro voto, il voto popolare. Lo potremmo definire un governo di “salvezza renziana” che, oltre a tradire la fiducia degli elettori, voterà provvedimenti devastanti, come lo ‘ius soli’, la patrimoniale e i confini aperti!.
E’ possibile e praticabile una riedizione del centro-destra su scala nazionale? Come la mettete con Berlusconi? Giorgia Meloni è fortemente perplessa su un nuovo abbraccio col Cavaliere…. 
In realtà Fratelli d’Italia chiede un patto chiaro prima delle elezioni. Siamo l’unico partito che è rimasto sempre rimasto coerente e non si è alleato né con il Pd, nè col M5S.
Un’alleanza tra FdI e Lega garantirebbe ampiamente un governo solido. Ora, per Forza Italia, è il momento di chiarire fino in fondo la sua posizione. L’importante è dare garanzie sui programmi e, al più presto, tornare alle urne.

Un’occhiata alla nostra Viterbo. Piena di problemi irrisolti. Non mi dica che è soddisfatto del lavoro della giunta Arena, sennò le tolgo il saluto… Dovremo ancora andare avanti così? Fiato corto e due-tre assessori almeno che mi sembra sarebbe stato meglio fossero rimasti a casa?
Non voglio dare pagelle o giudizi, ma posso dire che l’amministrazione comunale sta lavorando. In questo momento bisogna pensare che la città si sta organizzando, da tempo, all’evento più importante dell’anno, le celebrazioni in onore della nostra Santa Rosa. Si tratta di un periodo particolare, di preparazione, che non si limita certo all’ultima settimana precedente il 3 settembre, ma – in realtà – comincia molto tempo prima per riuscire a fare tutto nel migliore dei modi. Quindi, buon riposo per questi giorni e soprattutto buon lavoro!

Vabbè. Siamo buoni, per una volta. Rispettiamo per tre settimane, fino a DSR – dopo Santa Rosa – il diplomatico silenzio del nostro interlocutore sulla giunta di Palazzo dei Priori. Ma, a partire dal 4 settembre, lo tampineremo “spietatamente” per strappargli un giudizio spassionato sull’ amministrazione Arena. È un impegno che prendiamo con i lettori. Intanto lo ringraziamo per la disponibilità e ricambiamo i suoi auguri di Buon Ferragosto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui