Rubano gasolio dalla motrice del tir, denunciati per furto

310

Con la tecnica del “succhio” avevano asportato ben 9 taniche da 25 litri di gasolio. Ma sono finiti nella rete della Polizia che li ha denunciati a piede libero. Nei guai sono finiti  due fratelli di origine romena, di 20 e 28 anni.

Nella notte tra venerdì e sabato, attorno alle 3 di notte, gli agenti del commissariato di viale della Vittoria, transitando su viale Matteotti notavano un uomo aggirarsi tra i veicoli in sosta e insospettiti decidevano di controllarlo. Alla vista dei poliziotti, l’uomo cercava di disfarsi di un grosso cacciavite, ma veniva notato dagli agenti che lo bloccavano e recuperavano l’attrezzo. Ad insospettire maggiormente gli  agenti il forte odore di gasolio che emanava e le mani sporche di grasso, pertanto poiché l’uomo da un controllo in banca dati risultava avere numerosi precedenti per reati di natura predatoria, decidevano di approfondire il controllo estendendolo anche alla sua macchina, individuata grazie alle chiavi di cui era in possesso. All’interno del mezzo, venivano rinvenute altre ghirbe di plastica vuole ed un tubo di plastica.

benzina

Mentre i poliziotti procedevano al controllo del giovane, poco distante da loro notavano la presenza di un altro uomo che subito veniva fermato ed identificato, scoprendo che i due erano fratelli. Anche quest’ultimo emanava un forte odore di gasolio ed era completamente sporco di grasso. L’uomo veniva trovato in possesso della chiave di un altro veicolo, e pertanto gli agenti sottoponevano a controllo anche il secondo mezzo, rinvenendo al suo interno le taniche piene di carburante ed un altro pezzo di tubo utilizzato per effettuare il cosiddetto “succhio” dal serbatoio.

Una volta fermati, i due fratelli dichiaravano di aver rubato, poco prima, il carburante da un mezzo pesante parcheggiato in località La Scaglia. Subito veniva rintracciato il proprietario del tir il quale confermava di aver subito il furto in quanto, la sera prima lo aveva rifornito con 250 litri di carburante e al controllo la lancetta indicava il serbatoio quasi vuoto. Il carburante rinvenuto veniva restituito all’autotrasportatore ed i due giovani denunciati per furto.

Inoltre ad uno dei due fratelli, residente nel comune di Marsciano, è stato notificato il foglio di via obbligatorio per 1 anno dal comune di Civitavecchia, emesso dal Questore di Roma.

 

Dai nostri partners di CivOnline, il quotidiano telematico dell’Etruria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui