Rubano scooter elettrico ma vengono beccati da una passante che dà l’allarme ai carabinieri

143

ROMA – Ieri sera, i carabinieri di Roma Nomentana hanno arrestato un cittadino straniero di 21 anni, con precedenti penali, con l’accusa di furto aggravato, e denunciato a piede libero per il medesimo reato un 17enne, romano, incensurato.

I militari, a seguito della segnalazione di un furto in atto, pervenuta da una signora che non ha esitato a citofonare alla caserma della Stazione Carabinieri di Roma Nomentana per denunciare che due persone erano intente a rubare un ciclomotore a pochi metri, in largo Lanciani. Immediatamente sono usciti dalla caserma 3 militari, in quel momento liberi dal servizio, che raggiunta la piazza hanno pizzicato i due mentre erano ancora intenti a rubare il mezzo a due ruote, di quelli elettrici di una nota società di noleggio. I due malfattori erano già riusciti a rompere il bloccasterzo e a tagliare i cavi d’accensione ed erano già pronti a fuggire.

Poco distante i militari sono riusciti anche a recuperare delle forbici da elettricista, verosimilmente usata per tagliare i cavi elettrici. Accompagnati in caserma al termine della compilazione degli atti i due sono stati condotti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Nella notte, invece, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli hanno denunciato un 39enne serbo e un 41enne romeno, entrambi senza fissa dimora e con precedenti, perché, sottoposti ad un controllo d’iniziativa in viale Parioli, sono stati trovati in possesso di due cacciaviti, un bastone, un crick e grimaldelli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui