Il consigliere: "Ci auguriamo che questa crisi, che stiamo vivendo da mesi, non porti a un proliferare di simili azioni ingiustificate"

Rubato il defibrillatore in piazza a Vallerano, Polidori: “Gesto vergognoso e meschino”

139

Vallerano, rubato il defibrillatore installato in piazza della Repubblica. Il sindaco Adelio Gregori ha comunicato la notizia con “estremo rammarico” e “personale disgusto” per quanto accaduto.

“Abbiamo lavorato duramente e a lungo affinché Vallerano potesse a breve diventare un comune cardioprotetto – scrive il primo cittadino – invece ci troviamo purtroppo a dover denunziare questo irrispettoso atto di inciviltà.

Quest’anno è stato difficile per tutti noi, ma constatare che ci sono persone così incivili e abbiette ci fa riflettere su quanto alcuni non hanno la benché minima consapevolezza del vivere in sana armonia con la propria comunità e, aggiungiamo, con sé stessi.
Non crediamo sia stata una bravata o semplice vandalismo – prosegue Gregori – piuttosto siamo convinti della malafede e pochezza di chi ha osato un gesto così insano. Abbiamo avviato le indagini, con la volontà precisa di assicurare questi ‘delinquentelli’ alla giustizia e ovviamente, nelle giuste sedi, chiederemo conto del furto in nome e per conto della comunità valleranese tutta”.
Anche il consigliere Jacopo Polidori ha condannato la vicenda per conto di tutto il gruppo di Vallerano Tricolore, definendo l’episodio come “un gesto vergognoso e meschino, che genera ribrezzo”.
“Speriamo che i responsabili vengano subito individuati e sanzionati secondo legge. – commenta Polidori –  Ci auguriamo che questa crisi, che stiamo vivendo da mesi, non porti a un proliferare di simili azioni ingiustificate, di chi, approfittandosi dell’emergenza sanitaria o versando in situazioni economiche difficili, pensasse di risolvere i suoi problemi causandone altri. Non è questa la strada. Se fosse così sarebbe davvero preoccupante, molto più di quanto non lo sia ora”, conclude.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui