Sabina Universitas, il bilancio non è stato ancora approvato

Nel corso dell’assemblea dei soci della Sabina Universitas si è deciso di posticipare alla prossima settimana l’approvazione del bilancio consuntivo del 2018.

206
università-sabina

Nel corso dell’assemblea dei soci della Sabina Universitas che si è tenuta lunedì 6 maggio si è deciso di posticipare alla prossima settimana l’approvazione del bilancio consuntivo del 2018.

L’attuale reggente Vincenzo Regnini ha spiegato che il rinvio al prossimo lunedì è stato frutto di una decisione unanime per poter esaminare il rendiconto economico degli ultimi sei mesi ed avere un’idea più chiara della situazione, per poter arrivare ad una soluzione condivisa sul futuro dell’università reatina.

L’eventuale bocciatura del bilancio, tenuto conto dell’indebitamento dell’ente,  potrebbe infatti portare a due soluzioni diametralmente opposte.

La prima ipotesi, quella della ricapitalizzazione, sembrerebbe alquanto lontana nel momento in cui alcuni soci di minoranza già da tempo manifestano la volontà di uscire dal Consorzio e la Fondazione Varrone ha ribadito più volte la necessità di un’assunzione di responsabilità da parte dell’intero territorio, in sinergia tra pubblico e privato.

In alternativa una nuova società, una volta messo in liquidazione il Consorzio Universitario, potrebbe gestire i tre corsi presenti, che i soci in gran parte sarebbero comunque intenzionati a difendere.

Intanto, mentre lo spettro del “liquidatore” si aggira per le stanze di Palazzo Dosi, ancora non si è provveduto a nominare il successore di Maurizio Chiarinelli, presidente dimissionario nell’ormai lontano autunno scorso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui