Salvini a Civitavecchia per dire no ai rifiuti di Roma e all’inceneritore: “Raggi e Zingaretti risolvano in altro modo!”

L'ex ministro ha incontrato i cittadini a piazza Fratti e poi stampa e amministratori, tra cui il sindaco di Tarquinia Giulivi, al Comune

452

“No all’immondizia di Roma e no all’inceneritore. Il territorio di Civitavecchia, ha già dato abbastanza, tra la centrale Enel, la discarica esistente e il porto. E’ un’area già tartassata. La Raggi e Zingaretti risolvano in altro modo il problema dei rifiuti di Roma che hanno provocato loro stessi al 50%”.

E’ questo il chiaro messaggio lanciato questo pomeriggio a Civitavecchia ed ai Civitavecchiesi dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini. Un messaggio rivolto anche agli amministratori del comprensorio, visto che ad accoglierlo nel suo breve tour c’erano, oltre al sindaco Ernesto Tedesco, il collega di Tarquinia Alessandro Giulivi e due assessori di Tolfa, Cristiano Dionisi e Mauro Folli.

La visita, decisa ieri, del numero 1 della Lega, è iniziata puntuale alle 16 con l’incontro con i cittadini nella centralissima piazza Fratti, dove Salvini si è detto disposto “se sarà necessario a protestare in mezzo alla strada insieme ai cittadini ed agli amministratori, anche sdraiandomi in terra per non far passare i camion dei rifiuti della Capitale”.

Poi “scortato” da centinaia di supporter, il “capitano” ha raggiunto a piedi il Comune per una conferenza stampa alla presenza degli amministratori del territorio. E qui ha ribadito non solo il no secco “ad una decisione presa a senso unico da Virginia Raggi e che combatteremo in ogni modo”, ma ha anche chiarito la propria posizione sul tema termovalorizzatore. Rispondendo alla domanda di un giornalista che gli chiedeva delle sua quote azionarie della società A2A (azienda milanese che costruisce termvalorizzatori) Salvini ha ammesso di aver acquistato a metà degli anni 90 quote per poco più di mille euro della società partecipata col Comune di Milano, ma di essere intenzionato a disfarsene. “Non ricordavo neppure più di averle, ma una cosa è certa. Non ho nulla contro gli inceneritori, ma non su questo territorio che ha già dato tanto in termini ambientali”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui