Il consigliere provinciale precisa e invoca strumenti per limitare la velocità sull'arteria

Sammartinese, Marini: “La richiesta per lavori stradali inviata al ministero a metà giugno”

165

La Sammartinese è tornata, purtroppo, in questi giorni al centro delle cronache per un drammatico incidente in cui ha perso la vita il 21enne Raffaele Trua.

E anche al centro di polemiche da parte dei residenti del ‘principato’ che lamentano le cattive condizioni dell’asfalto.

Giulio Marini, consigliere provinciale, in merito alla situazione del manto stradale precisa: “Dallo scorso 17 giugno l’ufficio tecnico della Provincia ha inviato una richiesta di autorizzazione al ministero ai Lavori pubblici per effettuare una serie di interventi sulle strade, tra cui la Sammartinese”.

L’arteria che conduce da Viterbo a S. Martino – da dopo il semaforo all’intersezione con via Buon Respiro e la vecchia Sammartinese – diventa di competenza della Provincia.

“Trascorsi 30 giorni dalla richiesta – prosegue – Palazzo Gentili potrà mettere a gara i lavori di asfaltatura e di risagomatura della provinciale”.

Invoca poi l’opportunità di eseguire controlli più serrati sul rispetto dei limiti di velocità.

“Una richiesta, la mia, che non voglio sia fraintesa poiché non è assolutamente da mettere in relazione con quanto accaduto. Un dolore enorme che merita massimo rispetto. Però credo sia opportuno nel prossimo futuro pensare all’installazione di dispositivi di controllo per limitare la velocità sulla Sammartinese”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui