Sampietrini inghiottiti dal manto stradale, gambe e auto a rischio in via Lucchi

Sarebbe opportuno intervenire prima che qualcuno vi finisca dentro

323

Sampietrini che sprofondano in via Lucchi e creano un rischio per i passanti e per i pneumatici dei veicoli.

Le cause del cedimento sono molteplici: dalle infiltrazioni di acqua dovute alle continue e copiose rotture delle tubature idriche comunali, aggravate dal fiume che scorre dalle scalette di via Bellavista quando piove, al passaggio di veicoli su un fondo stradale già compromesso da innumerevoli avvallamenti.

Tra l’altro via Lucchi è Ztl, per cui il transito veicolare dovrebbe essere consentito solo ai residenti. In realtà, fin dagli albori – le vie del quartiere S. Faustino decenni fa furono tra le prime a diventare zona a traffico limitato – la norma non è mai stata rispettata tanto che le uniche multe elevate dai vigili urbani hanno sempre riguardato soltanto il divieto di sosta per i non residenti. Mai il passaggio in una strada a traffico limitato.

Così tutti – auto, furgoni e camion – continuano a percorrerla per sbucare, accorciando, su via Cairoli in tutta tranquillità: auto, furgoni e camion.

O almeno in tutta tranquillità sino a quando un veicolo non finirà nella buca e non ci rimetterà un semiasse.

Per i pedoni invece il consiglio è quello di fare molta attenzione, soprattutto se vi troverete a passare per via Lucchi quando inizia a fare buio o se scendete da via Maria SS. Liberatrice. Potreste non vedere una trappola pericolosa per le vostre gambe.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui