Sanità: altro che “soldi che mancano”. Miliardi e miliardi bruciati da CORRUZIONE e MALAPOLITICA! Lazio compreso…

Lo Stato Italiano stanzia la bellezza di 111,2 Miliardi di euro (avete letto bene: miliardi di euro!) per il Fondo Sanitario Nazionale.

0
400
OSPEDALE

Gli ultimi scandali in Sanità che hanno colpito recentemente l’Umbria e la Calabria riportano di attualità l’annoso problema della gestione della Salute in Italia.

Quando qualche cosa non va, come ad esempio la carenza di personale medico e infermieristico, il mancato accesso a terapie salvavita, la riduzione dei sussidi ai portatori di handicap, oppure la mancata costruzione di nuovi ospedali, la giustificazione più usata è “non ci sono abbastanza soldi”.

Nulla di più falso!

Proviamo a fare un po’ di chiarezza sui numeri.

Quest’anno, il 2019, lo Stato Italiano stanzia la bellezza di 111,2 Miliardi di euro (avete letto bene: miliardi di euro!) per il Fondo Sanitario Nazionale. (L’anno scorso, 2018, erano stati 109,6).

Questa cifra mostruosa include tutte le voci di spesa per garantire l’assistenza sanitaria a chi vive in Italia: farmaci, dispositivi medici, stipendi di tutto il personale, servizi, cibo, manutenzioni, edifici, ecc..

Per avere una idea della grandezza della cifra stanziata basterebbe considerare che su 27 Nazioni che compongono l’Europa ben 17 hanno un PIL (prodotto interno lordo) inferiore al nostro fondo sanitario!

E tutti questi soldi vengono dalle nostre tasche (circa l’80%), cioè dalle tasse che paghiamo principalmente IRPEF e IVA.

Visto che siamo nel Lazio può essere interessante sapere che alla nostra Regione viene assegnato circa il 10% del totale, cioè 10,7 miliardi! (poi ci dicono che non ci sono soldi per assumere personale o per costruire nuovi ospedali!!).

Un’ultima informazione.

Ai 111,2 miliardi del Fondo Sanitario Nazionale andrebbero aggiunti circa 25 miliardi così detti ‘out of pocket’, cioè soldi che spendiamo di tasca nostra per ticket, per farmaci non rimborsati, eccetera.

Stiamo parlando di una cifra totale di oltre 136 miliardi di euro.

Ma allora se i soldi ci sono, perché non bastano mai?

Bene (anzi male): circa 6/7 miliardi sono persi per fenomeni di corruzione. Altri 10/11 miliardi per mancanza di appropriatezza prescrittiva (prescrizioni errate, pratiche mediche inutili, degenze ospedaliere troppo lunghe, ecc.)

Ben 16/18 miliardi sono letteralmente buttati via causa fenomeni di malaffare, spesso legati a interessi di grossi gruppi collegati alla politica o per mancanza da parte delle Autorità di adeguati controlli sulle pratiche mediche effettuate.

In ambedue i casi è evidente la latitanza della classe politica, quando non addirittura la collusione nell’esercitare il controllo e nella emanazione di norme semplici ed efficaci per prevenire tali fenomeni.

Qualcuno ha detto che la Sanità è il ‘bancomat’ della Politica e a vedere gli ultimi scandali (che seguono a quelli di Puglia, Lombardia e Abbruzzo) verrebbe proprio da crederci.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here