Santa Fermina, in migliaia ad accompagnare la patrona – Fotogallery

Un cero di amicizia che secondo l’antica tradizione deve “pesare tante once quante sono le famiglie di Amelia”. Presenti alle celebrazioni il sindaco Antonio Cozzolino e la prima cittadina umbra Laura Pernazza, oltre alla massime autorità civili, militari e religiose.

231

Un bel sole primaverile ha fatto da cornice alla festa di Santa Fermina, patrona di Civitavecchia e Amelia. Migliaia di persone tra civitavecchiesi e tanti croceristi hanno assistito fin dalla mattina alle celebrazioni, iniziate in Cattedrale con l’arrivo dei cortei storici di Civitavecchia ed Amelia (quest’ultima presente anche con una nutrita schiera di tamburini e sbandieratori) e la tradizionale offerta del “cero” da parte della Comunità Amerina al vescovo monsignor Luigi Marrucci.

Un cero di amicizia che secondo l’antica tradizione deve “pesare tante once quante sono le famiglie di Amelia”. Presenti alle celebrazioni il sindaco Antonio Cozzolino e la prima cittadina umbra Laura Pernazza, oltre alla massime autorità civili, militari e religiose.

Ma il clou della giornata, curata fin nei dettagli dal Comitato Festeggiamenti di Santa Fermina guidato dalla presidente Ombretta Del Monte, è stata la solenne processione con le reliquie e la statua della Patrona. Un lungo corteo composto da oltre 700 tra figuranti, sbandieratori, portatori e associazioni, che è partito alle 17 dalla Cattedrale per raggiungere dopo un giro del centro cittadino il porto.

Qui ad accogliere la processione c’erano come ogni anno il presidente dell’ Autorità portuale Francesco Maria di Majo e il comandante della capitaneria Vincenzo Leone che hanno accompagnato il corteo fino a bordo del rimorchiatore per il giro del porto e la benedizione del mare.

Un momento suggestivo, culminato con il lancio di una corona di alloro in acqua, e reso ancora più intenso dal suono delle sirene di tutte le imbarcazioni presenti nello scalo. Molte della quale hanno voluto scortare la Santa nel suo giro fino alla punta dell’Antemurale.

(Photographer: Stefano Pettinari)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui