Il capogruppo di Fondazione interviene sulla situazione in maggioranza: "Si mettano d'accordo e ci dicano cosa dobbiamo fare"

Santucci: “Se Forza Italia vuole far cadere il sindaco, ce lo dicessero, altrimenti chiariscano”

124
santucci

“Una grande confusione”. Così il capogruppo di Fondazione Gianmaria Santucci descrive le vicende che si sono susseguite nelle ultime ore a Palazzo dei Priori. Ieri, la seduta di Consiglio comunale si era aperta con la richiesta di una verifica in maggioranza da parte del sindaco Arena, deciso a venire incontro alle richieste del gruppo di Fratelli d’Italia – che giorni prima aveva abbandonato l’aula prima della votazione sul rendiconto – e la stessa si è conclusa con la riconsegna delle deleghe da parte del capogruppo di Forza Italia Giulio Marini, che si è autosospeso dalla maggioranza.

“Mi sembra francamente una cosa paradossale che il capogruppo di Forza Italia riconsegni le deleghe – commenta Santucci – e anche che il sindaco venga in aula e chieda una verifica accettando le richieste di Fratelli d’Italia, che sospendiamo il consiglio per fare la verifica e a quel punto a Forza Italia, che è il partito del sindaco, tutto ciò non stia bene”.

Santucci si dice pronto a pazientare, purché i gruppi “si mettano d’accordo e ci spieghino cosa dobbiamo fare. Forza Italia, Fratelli d’Italia e il sindaco ci dicano, se non vogliono fare la verifica, che cosa allora?”. Per questa mattina il primo cittadino aveva anche chiesto un incontro per portare avanti la discussione.

“Non sono capace a leggere il pensiero – continua Santucci – se qualcuno pone il problema magari lo risolviamo, ma se invece è tutto un pretesto per sciogliere il Comune, allora ci dicessero che Forza Italia vuole far cadere il sindaco e va bene, ne prenderemo atto. Non è che si può stare in piedi a tutti i costi”, aggiunge.

E un dubbio su tutti assale il capogruppo di Fondazione. “Che vuol dire autosospendersi dalla maggioranza? In Consiglio capiremo anche questo, dato che in tanti anni non ho mai sentito questa formula. Comunque c’è davvero grande confusione, però noi siamo qui, con pazienza, l’importante è che le cose vengano fatte”.

Un lato positivo in tutto questo caos emerso dalla seduta di ieri? Il conto consuntivo alla fine è stato approvato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui