Scapigliati e i suoi post, per Arena deve dimettersi altrimenti gli revocherà l’incarico

112
A sx Guido Scapigliati, a dx Giovanni Maria Arena

Sta suscitando profonda indignazione il caso di Guido Scapigliati, amministratore delegato di Francigena, che sul suo profilo Facebook ha pubblicato una serie di post inneggianti a Brigate rosse e Nar. I due gruppi terroristici, di estrema sinistra e di estrema destra, che si resero protagonisti di tanti morti e di innumerevoli drammatici episodi – tra cui l’uccisione dello statista Aldo Moro – nei famigerati anni di piombo che sconvolsero l’Italia.
Purtroppo sui social chiunque è libero di pubblicare ciò che vuole e di fomentare anche rabbia e violenza…

Ma nel caso specifico Scapigliati non è un qualunque cittadino, ma una persona che ricopre un ruolo pubblico incaricata, con nomina fiduciaria, dal comune di Viterbo alla guida di una partecipata.

Immediata la reazione del sindaco Arena che dichiara, senza mezzi termini, che Scapigliati deve dimettersi il prima possibile. E qualora ciò non avvenga, il primo cittadino è pronto a revocargli l’incarico di amministratore delegato.

Tra l’altro, con un altro post pubblicato proprio oggi, Scapigliati insulta pesantemente i viterbesi, anzi i viterbicoli come scrive lui, definendoli “indolenti, pusillanimi e leccac**o del piccolo potente di turno”.

All’inizio della prossima settimana Arena incontrerà l’Ad Francigena. Ma come poter giustificare quei post, che sulla rete restano a imperitura memoria?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui