Scuola, Azzolina: “A settembre lezioni metà a scuola e metà a casa. Maturità in presenza”

331
scuola

La ministra Azzolina torna a parlare di scuola, comunicando che, essendo assolutamente contro le classi “pollaio”, prevedere per settembre una situazione in cui le scuole si riempirebbero a metà, dividendo l’afflusso degli studenti a metà settimana.

In tal modo, dunque, si eviterebbe un distanziamento troppo ravvicinato tra i ragazzi, ma comunque si permetterebbe una ripresa dell’ordinaria attività e un ritorno alla socialità. Parte degli studenti frequenterebbe le lezioni la prima frazione di settimana, l’altra parte la seconda frazione.

La ministra è convinta che piano piano l’istruzione possa ripartire, ma non certo tutta insieme, come molte famiglie si aspettavano.

Riguardo la maturità, invece, è sicura: sostiene infatti che l’esame di maturità si possa fare, poiché con le dovute precauzioni non si andrebbe incontro a nessun problema sanitario. Oltretutto, ci tiene a sottolineare che tale prova è prima un diritto che un dovere per gli studenti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui