Nelle ultime ore il Governo ha smentito quanto diffuso con la circolare del 29 novembre: la quarantena per tutta la classe scatterà con almeno tre positivi tra alunni e insegnanti

Scuola, dietrofront del Governo: no alla quarantena con un solo alunno positivo

128
Scuola, il Governo fa dietrofront e smentisce quanto diffuso con la circolare del 29 novembre, in cui si prevedeva il ritorno alla modalità della didattica a distanza nel caso di accertamento di un solo alunno positivo in classe.
Stando alle nuove informazioni, le misure in vigore non cambiano: niente quarantena per tutti gli studenti, quindi, nel caso in cui all’interno della classe sia presente un solo alunno positivo. La Dad sarà invece prevista soltanto per l’alunno o gli alunni interessati dall’obbligo di quarantena a seguito di positività al tampone molecolare.
Nel caso in cui i positivi siano due, a quel punto le limitazioni riguarderanno esclusivamente i non vaccinati. La quarantena obbligatoria per tutti scatterà nel caso in cui il numero salga almeno a tre, considerando sia gli alunni che gli insegnanti.
Il Governo ha anche fatto sapere che nelle prossime settimane verranno intensificati i controlli all’interno delle scuole e i test a campione sugli studenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui