Scuola, domani nuova manifestazione di sciopero

Dopo gli scioperi scolastici di ieri e oggi, domani si terrà la manifestazione a Roma

145

Ancora la scuola al centro della cronaca e delle attenzioni nazionali: pochi giorni dopo l’avvio delle lezioni ecco subito una frenata voluta dai docenti e dai rispettivi sindacati. Già ieri e oggi il personale scolastico non ha assicurato la presenza e il corretto svolgimento dell’attività didattica, mentre domani, 26 settembre 2020, si svolgerà la vera e propria manifestazione in piazza a Roma.

Sicurezza nell’edilizia scolastica, assunzione e immissione in ruolo di centinaia di migliaia di docenti (precari e non) e di collaboratori scolastico-amministrativi: questi sono i punti principali per cui si sciopererà; anche se Maddalena Gissi (Cisl) dichiara che non ci sarà alcuno sciopero, ma solo una manifestazione.

La giornata è stata indetta dal Comitato “Priorità alla scuola”, alla quale hanno aderito anche i sindacati del comparto scuola, da Cobas a Flc Cgil, Uil Scuola, Cisl Scuola, Gilda e Snals.

“Riaffermare il ruolo centrale e prioritario della scuola e della conoscenza come condizione di crescita del Paese e denunciare ritardi e incertezze che accompagnano l’avvio dell’anno scolastico, rischiando di comprometterne la riapertura in presenza e in sicurezza, obiettivo principale dell’azione sindacale condotta nella prolungata fase di emergenza”

Il servizio scolastico potrebbe, dunque, non essere assicurato, poiché i presidi non potranno, ovviamente, sapere per tempo chi parteciperà e chi no alla manifestazione; si raccomandano le famiglie, tuttavia, di tener presente che si potrebbero dover adoperare per tornare a scuola a prendere i propri figli lasciati incustoditi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui