Scuola, l’Assessore Pescatori: “Dalla mensa ai locali, un ambiente che migliora”

È quanto sta avvenendo nei plessi cittadini, con il Progetto mensa scolastica

124

Non solo alimentazione adatta, ma anche ambienti scolastici migliori. È quanto sta avvenendo nei plessi cittadini, con il Progetto mensa scolastica che vede progredire le azioni messe complessivamente in campo e che non si fermano al servizio di refezione. L’obiettivo principale è quello di rendere trasparente e partecipativo un servizio della pubblica amministrazione che ha registrato in precedenza profonde critiche da parte della cittadinanza e quindi: riavvicinare le famiglie al servizio rispondendo alle segnalazioni ed ai fabbisogni dei bambini (istituzione sportello nutrizionale). Migliorare la pausa pranzo dal punto di vista ambientale con interventi di abbellimento dei refettori (pannelli e isole ecologiche colorate) e miglioramento delle condizioni climatiche interne agli stessi (insonorizzazione refettorio Papacchini), ma anche con iniziative ludico-ricreative per rendere la pausa più piacevole ai bambini (supereroi) e didattiche per avvicinare l’assaggio verso cibi più ostici con storielle divertenti e privilegiare i prodotti del territorio, il biologico e eccellenze locali come la carne maremmana dei monti della tolfa unica tipologia di carne bovina somministrata ai bambini. Educare al contenimento dello spreco alimentare con la creazione menù second life da destinare a persone bisognose (senza tetto)

“Sono solo le prime iniziative messe in campo, si sta già lavorando a stretto contatto con il direttore del servizio della Dussmann service srl per la programmazione e la realizzazione e l’implementazione delle attività future che spingeranno l’innovazione e la migliore qualità del servizio. La condivisione dei processi e degli obiettivi di miglioramento di un servizio importante per la città in quanto dedicato ai bambini tra l’Amministrazione e la ditta costituisce la sinergia strategica del percorso sono all’inizio”, spiega l’Assessore Claudia Pescatori.

Il direttore del servizio, Riccardo D’Orazio: “ Siamo molto soddisfatti della collaborazione che si è instaurata con l’amministrazione comunale, lavoriamo sinergicamente per mettere in campo azioni che innanzitutto mettano al centro la qualità dei pasti, l’aspetto educativo legato all’alimentazione senza trascurare il decoro e le migliorie degli ambienti dei refettori. Stiamo già lavorando per implementare ed ampliare ulteriormente i progetti in collaborazione con il Comune per migliorare ulteriormente un momento importantissimo come quello dei pasti dei bambini, sotto tutti i punti di vista”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui