Scuole della Tuscia, solo il 17% è a norma, dato tra i più bassi a livello nazionale

137

Allarme scuola: nella Tuscia ben l’83% degli istituti è privo del certificato di agibilità.

Il dato, assai preoccupante, emerge da un’elaborazione del Sole 24 Ore sui dati del Miur.

In provincia di Viterbo i risultati che emergono, pur essendo leggermente i migliori nel Lazio, si attestano comunque tra i più bassi rispetto alla media nazionale.

Nel dettaglio: solo il 10,3% è in possesso della certificazione di prevenzione agli incendi, il 29% ha l’omologazione centrale termica e il 42% ha il collaudo statico.

Per quanto riguarda i numeri regionali invece: il 13,8% delle scuole del Lazio ha il certificato di agibilità, il 9% la prevenzione incendi, il 21,7% l’omologazione centrale termica e il 30,7% il collaudo statico.

Un quadro decisamente preoccupante che va ad aggiungersi ai ben noti problemi dovuti alla pandemia e alla conseguente carenza organizzativa a livello di materiale, docenti, dispositivi di protezione.

La Tuscia è la cartina tornasole di una situazione a livello nazionale ormai allo sbando: sindaci che aprono le scuole a macchia di leopardo, dirigenti che lamentano gravi insufficienze, addirittura alunni costretti a stare in aula senza banchi.

Alla faccia dei sei mesi di chiusura….

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui