Da oggi "un'ondata di matite e di programmi investirà Viterbo", in distribuzione un libretto con la sintesi del progetto di governo

“Se non voti non conti”, l’appello di Chiara Frontini ai cittadini sfiduciati

139

“Un oggetto semplice con cui si può realizzare il cambiamento per la città”.

Chiara Frontini, candidata sindaco del Patto civico, nella sua modalità di racconto del suo programma elettorale ricorre spesso alla forza dei simboli per lanciare messaggi.

Per queste Comunali sceglie la matita.

“La matita che i viterbesi dovranno prendere in mano alle urne per scegliere il cambiamento” spiega ricordando anche il simbolo che aveva caratterizzato le elezioni del 2018.

“Allora era una scatola di medicina perché Viterbo era malata”.

Sintomi e cause della malattia su cui Chiara Frontini, insieme ai suoi gruppi di lavoro, negli ultimi 5 anni ha elaborato gli impegni del nuovo programma di governo.

In un agile libretto, con tanto di matita, ha sintetizzato le sue proposte suddivise per tematiche.

“Un’ondata di matite che da oggi – rimarca – investirà la città insieme al programma”.

Durante la conferenza stampa al Gran Caffè Schenardi, Chiara Frontini evidenzia alcuni dei punti fondamentali del progetto di governo.

“Al centro c’è il lavoro e la creazione di posti di lavoro con un’amministrazione che fornisca linee chiare a chi vuole investire in città. Puntando sull’Apea del Poggino con un rapporto sinergico tra amministrazione e imprese e sul centro per lo sviluppo del turismo e delle attività collegate”.

Novità fondamentale del programma la distinzione tra progetti di gestione e quelli di sviluppo: i primi afferenti gli interventi di ordinaria amministrazione (buche, taglio erba) e gli altri inerenti le prospettive.

“Focus sui quartieri e sugli ex Comuni. Nel libretto i cittadini potranno vedere i progetti dettagliati anche con tavole e disegni”.

Altra modalità innovativa introdotta anche la tempistica dei progetti.

“Quindi non un programma fumoso. Ai viterbesi diciamo anche i tempi di realizzazione, entro quanto vedremo i primi risultati”.

In questi giorni Chiara Frontini sta incontrando molti cittadini sfiduciati, demoralizzati che stanno pensando di non recarsi ai seggi.

A loro la candidata sindaco rivolge un appello: “Non crediate che tanto non cambia nulla. Se cambiano i volti e la mentalità sulla visione di città si fa tutto”.

E poi “se non voti non conti” conclude.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui