Sicurezza, turismo e aiuto alle persone bisognose, le priorità del senatore Umberto Fusco candidato del centrodestra a Vitorchiano

“Se sarò eletto sindaco, il mio compenso verrà devoluto alle famiglie in difficoltà”

527
umberto fusco
Il senatore Umberto Fusco

“Se sarò eletto sindaco il mio compenso verrà messo a disposizione per aiutare le famiglie in difficoltà”.

La dichiarazione è del  senatore della Lega Umberto Fusco, candidato a primo cittadino di Vitorchiano.

Una scelta politica che segue quasi un percorso al contrario: solitamente la carriera inizia a livello locale per poi assurgere al regionale e al nazionale.

 

Come mai questa scelta?

“Perché voglio mettermi in gioco in un momento così delicato del Paese. Voglio mettere la mia esperienza a disposizione della gente e del partito. Credo sia mio compito anche spronare i giovani, dato che sono tanti quelli delle nuove generazioni che si stanno avvicinando alla Lega. Occorre promuovere iniziative e fare in modo di poter trasmettere loro l’entusiasmo e la dinamicità che mi caratterizzano a 63 anni”.

 

La sua candidatura vede il sostegno di tutto il centrodestra, come ci è riuscito visto cosa è accaduto in altri Comuni al voto?

“Un sostegno che non è mai stato messo in discussione, non c’è stata alcuna contrattazione. Hanno aderito tutti con grande entusiasmo. E, con grande orgoglio, devo dire che appena si è saputo che avevo intenzione di candidarmi i rappresentanti delle altre forze di centrodestra mi hanno chiamato per dirmi che sono a disposizione”.

 

Del resto lei è un big della politica a livello nazionale

“Io sono un candidato sindaco di Vitorchiano. Al di là del ruolo importante che rivesto a livello regionale e nazionale voglio stare insieme con gli amici, prendere un aperitivo, parlare con la gente. Vitorchiano è un Comune difficile perché da 40 anni è amministrato dal centrosinistra, però cercheremo di fare la nostra parte”.

 

La politica della Lega è sempre stata quella di stare in mezzo alla gente ma come conciliare la campagna elettorale con gli impegni in Parlamento?

“Si riesce a conciliare benissimo. Domani (oggi ndr.) sarò tutto il giorno in paese, così come venerdì, sabato e domenica. Il tempo c’è, bisogna trovarlo.

Oggi (ieri intorno alle 19 ndr.) sto rientrando da Roma e sono in contatto con i candidati della lista che stanno lavorando alacremente. Se c’è da attaccare i manifesti pure a mezzanotte io ci sono, nessun problema”.

 

Quindi garantisce la sua presenza costante a Vitorchiano?

“Garantisco al 100%. A chi vuole giocare su questo aspetto rispondo ma quanto è presente il sindaco uscente, quante presenze ha fatto? Io garantisco le presenze giuste per far decollare Vitorchiano”.

 

Lei parla di far decollare Vitorchiano, quali sono le priorità su cui punta nel suo programma? “Sicurezza, turismo e aiuto alle persone che si trovano in difficoltà. Tra l’altro il mio compenso da primo cittadino sarà a disposizione dei cittadini che hanno più bisogno. Se sarò eletto sindaco, il mio stipendio sarà devoluto alle famiglie bisognose”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui