Selezioni truffa alla Asl, finta dottoressa finisce davanti al giudice

Si fingeva medico e prometteva posti nella sanità: le vittime difese dall’avvocato Di Silvio. A breve la sentenza

441

Si fingeva medico e prometteva dei posti di lavoro alla Asl di Viterbo. Una 43enne di un comune dell’Alta Tuscia è imputata e la prossima settimana dovrebbe essere giudicata dal giudice Giovanni Pintimalli. Ieri c’è stata in tribunale l’udienza che ha visto la testimonianza del padre di una delle 14 parti offese, le quali si sono costituite parti civili e sono difese dall’avvocato Angelo Di Silvio. Il genitore ha raccontato di come sia arrivato addirittura a dare migliaia di euro alla figlia pur di arrivare a ottenere un posto da operatrice sociosanitaria: occupazione che non esisteva. Da qui, la truffa di cui è accusata la donna che si fingeva dottoressa. I fatti sono accaduti tra il 2014 e il 2015.

di silvio
L’avvocato Angelo Di Silvio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui