Sgarbi si fa gioco dell’opposizione: “Lillo Di Mauro non si preoccupi, per i derelitti non c’è spazio da nessuna parte”

181

Vittorio Sgarbi non le manda a dire, anzi, si prende gioco dell’opposizione, sottolineando come quest’ultimi siano disorientati e in difficoltà.

“Sento che Lillo di Mauro è inquieto. Ma non si deve preoccupare. Le oche di Sutri provocate da Edoardo Gugliotta, Antonio Zucci, Maria Rapagnani, Lucia Fontana, Diana Salza, la spiritosa Francesca Santori, Giulio Malagricci, Giorgio Grilli, Maddalena Leo, preoccupata per lui, Salvatore Carosi (nove gatti) dovranno riposizionarsi in uno spazio del cuore, scrivendo poesie, in attesa che Silvio Berlusconi e Matteo Renzi si uniscano in Forza Italia Viva per restituire a Felice Casini la sua posizione originaria.”

Inoltre, l’attuale sindaco di Sutri, fa notare come stiano saltando gli schemi tra i vari partiti, provocando sconforto ed incertezza verso coloro che li avevano votati.

“Allo stato l’unico ribaltone di Sutri l’ha fatto proprio Casini e io, sapendolo perché me l’aveva confidato, ho preferito, a sinistra, prendere l’originale. Per i derelitti queruli non c’è spazio da nessuna parte. Dovunque si girino non trovano più quello che avevano votato: stavano a sinistra e trovano Lillo con me; stavano a destra e trovano Casini con Renzi. Poveretti, disorientati, li capisco. In questa confusione gli resta soltanto il Südtiroler Volkspartei senza dimenticare che io incombo anche in TrentinoAlto Adige. Auguri, gugliottini!”

Ancora una volta Sgarbi mette a tacere tutti, sfruttando al massimo l’arma che lo ha contraddistinto in questi anni: la parola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui