Orte, nuova fermata del Frecciarossa dall'estate

Si apre un’inedita prospettiva per i nostri territori finora dimenticati. Ora andare avanti!

126

Dopo tante disillusioni, parole al vento, promesse fasulle, finalmente un risultato concreto è stato raggiunto per lo sviluppo infrastrutturale dell’ area viterbese e della confinante Umbria.

Il direttore di lamiacittanews.it Giovanni Masotti
Il Direttore Giovanni Masotti, foto di Erika Orsini

A partire dal prossimo orario estivo Orte godrà della sua fermata Frecciarossa, che la collegherà con Milano e con Torino. Un grande traguardo, che allargherà a non finire le prospettive economiche e turistiche dei nostri territori finora tristemente isolati. C’è voluto tanto, troppo, tempo perché l’ Alto Lazio venisse inserito nel circuito che conta dei movimenti dal nord al centro e viceversa. Sì, dopo tanti sonori schiaffoni un grande successo. Che dimostra come l’ unità d’ intenti tra istituzioni, forze politiche e associazioni imprenditoriali – che non c’era mai stata così in precedenza – può arrivare a vincere sordità e pigrizie. Ma, attenzione, tirare i remi in barca ora sarebbe devastante. Adesso è la volta del completamento della trasversale Orte Civitavecchia, un altro importante volano per la nostra economia e le nostre attrattive turistiche. Guai a chi frenera’. A chi non raccoglierà l’ occasione che ci si para davanti.. Questa può essere la fase storica che potrà cambiare il volto un po’ depresso di tutto l’ Alto Lazio e della vicina Umbria.Forza, dunque. Il muro è sfondato, la prospettiva aperta. Ora sarebbe criminoso fermarsi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui