La questione dei soldi ai dipendenti della Francigena: è di nuovo polemica

In tempo di bilancio il sindaco Giovanni Arena è stato chiamato a rispondere sulla questione dei salari accessori dei dipendenti di Francigena.

364
Consiglio comunale Viterbo

In tempo di bilancio il sindaco Giovanni Arena è stato chiamato a rispondere sull’annosa questione dei salari accessori dei dipendenti della Francigena. Una storia vecchia – iniziata nel lontano 2004 – ma come tante ancora irrisolta. Durante il Consiglio comunale di ieri, Chiara Frontini (Viterbo 2020) ha voluto di nuovo sollevare la questione di questi lavoratori “che devono vedersi corrisposti – ha spiegato – i salari accessori approvati diverse amministrazioni fa e che ammontano a un totale di 165mila euro”.

Di recente la società Francigena – a seguito della sentenza di primo grado favorevole ai dipendenti – aveva chiesto la sospensiva degli effetti del provvedimento, richiesta che era stata rifiutata. Per venire incontro all’esigenza insoddisfatta dei dipendenti, la Frontini ha invitato la giunta a provvedere al pagamento delle loro spettanze prevedendo un’apposita copertura cuscinetto all’interno del bilancio di Palazzo dei Priori. Il vicesindaco e assessore Enrico Maria Contardo ha concordato con questa proposta, sottolineando l’importanza di attivare un fondo rischi.

Non sono poche le importanti vicende irrisolte – cui si aggiunge il caso Talete – che potrebbero mettere a repentaglio il ritrovato – non si sa quanto stabile – equilibrio del governo cittadino. Ora che, comunque, la giunta è ricostituita il sindaco è chiamato a dare risposte chiare. E per il varo del bilancio il tempo stringe.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui