“Si sono comportati da bestie, nessuna pietà! Ma non perchè sono fascisti…”

I due sciagurati ventenni di Vallerano - se tutto si è svolto come appare fin qui con chiarezza - debbono pagare! E basta...

1786

Non me ne importa un fico se sono di Casa Pound, o di Casa rossa, o di Casa a pois… Non me ne può fregar di meno se sono bianchi, o neri, o gialli… I due sciagurati ventenni di Vallerano – se tutto si è svolto come appare fin qui con chiarezza – debbono pagare! E basta… Da quello che emerge, si sono comportati come bestie assatanate e infuriate.

Godendo del capolavoro che stavano compiendo ai danni di una (seppure avventata) giovane donna inerme. Filmando e rifilmando il massacro fisico e morale di cui si stavano allegramente rendendo responsabili. Per riderne a crepapelle, poi. Per vantarsene.  Rimirandolo e mostrandolo.

“Quanto siamo bravi… Quanti siamo forti. Che fighi… Che machi!”.

Ma che schifo, aggiungo io! Più che stupratori… Sadici e tronfi narcisisti. Roba da brividi lungo la schiena, soprattutto per chi – come me – ha una figlia femmina e adolescente… Sempre – lo ripeto – che il fattaccio si sia effettivamente consumato con queste orribili e truculente modalità da “pulp fiction” in salsa – ahimè – viterbese che risultano al momento (e le prove sembrano davvero inconfutabili).

Con la stessa durezza, la stessa nettezza, la stessa sensazione di nausea – tuttavia – mi sento di condannare e disprezzare coloro i quali, i soliti speculatori comunisteggianti, stanno vergognosamente strumentalizzando a fini biecamente politici quanto di così triste è accaduto! Sono contenti ed euforici questi vigliacchi sinistrorsi, che vestono i panni di inflessibili giudici quando a lorsignori conviene… E formulano in due minuti il loro incrollabile assioma. Stupratori e fascisti, ma certo! Il connubio ideale per le loro menzogne e i loro teoremi… Ci fanno la campagna elettorale su questa finta certezza! A destra, potenziali criminali. Dall’ altra parte, angeli rossi…

Ma se a Vallerano avessero agito due immigrati di colore, questi castigatori professionisti avrebbero puntato l’ indice accusatore con la stessa virulenza e sicumera? Quando mai! Si indignano a comando, loro. Quando gli è utile… Ricordate Macerata, Pamela, le tre belve nigeriane? Beh… Gli stessi tizi che oggi strillano come ossessi, allora eccepivano, distinguevano, dubitavano, intralciavano… Certo, quei tre non erano bianchi e fascisti! Erano solo neri e pure mafiosi… Meritavano indulgenza, poverini…

Non vi viene di sputare addosso a certa gente? A me, sì!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui