Si ubriaca al pranzo della Comunione e aggredisce i carabinieri

Esagera con l’alcool al pranzo della comunione di un parente ed aggredisce i militari dell’Arma.

453

Non si ferma allo stop ad un posto di blocco ed investe un carabiniere. Esagera con l’alcool al pranzo della comunione di un parente ed aggredisce i militari dell’Arma. Aveva compiuto atti sessuali nei confronti di minorenni nel 2014. Questi i motivi di altrettanti arresti effettuati dai carabinieri della compagnia di Civitavecchia sul litorale nell’ultimo week end.

Nello specifico, i carabinieri della stazione di Ladispoli, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, hanno imposto l’alt a un motociclo, il conducente dello scooter che invece di fermarsi ha aumentato la velocità ed investito un carabiniere per poi scappare a piedi abbandonando il motociclo. I militari lo hanno rincorso e dopo poco lo hanno bloccato e condotto in caserma. Al termine degli accertamenti si è scoperto che l’uomo, un 23enne romeno con precedenti, era alla guida di un motorino rubato lo scorso 26 aprile. Il carabiniere investito, successivamente visitato presso il Posto di Primo Intervento di Ladispoli, è stato giudicato guaribile in pochi giorni. Il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari, con le accuse di ricettazione, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

I carabinieri della stazione di Torrimpietra invece, hanno arrestato un 40enne romano che si è reso responsabile di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Momenti di tensione durante i festeggiamenti di una comunione in un ristorante alle porte di Roma, dove l’individuo ha esagerato con l’alcool dando in escandescenze e importunando i camerieri e gli avventori del locale, tanto da costringerli a richiedere l’intervento dei carabinieri e del 118. All’arrivo del personale sanitario, il quarantenne si è scagliato contro di loro ed ha cercato dapprima di colpire un’infermiera e successivamente ha aggredito due carabinieri. Portato in caserma, benché ammanettato, ha danneggiato due sedie e poi si è nuovamente scagliato contro i militari, sputando e cercando di colpirli a testate. E’ riuscito a ferirne lievemente due, tanto da rendere necessario l’utilizzo del dispositivo spray al peperoncino per interrompere la violenta azione e bloccarlo definitivamente. Al termine degli accertamenti l’uomo è stato arrestato ed accompagnato nel carcere di Civitavecchia.

Infine, i carabinieri della stazione di Campo di Mare hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Civitavecchia, un 57enne con precedenti. E’ stato portato nel carcere di Civitavecchia dove deve scontare la pena di oltre 3 anni di reclusione per atti sessuali con minorenne, reato commesso nell’anno 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui