Ieri sera la manifestazione di Fratelli d'Italia e Gioventù Nazionale sul Ponte del Duomo a Viterbo per chiedere l'abolizione del coprifuoco

“Siamo qui per una generazione che vuole tornare a vivere, stanca di essere confinata in casa…”

47

Ieri sera a partire dalle 21 Fratelli d’Italia e Gioventù Nazionale hanno manifestato nel cuore del centro storico di Viterbo, sul Ponte del Duomo di San Pellegrino, per chiedere l’abolizione del coprifuoco, un provvedimento giudicato “illegittimo, incostituzionale ed illiberale”.

Presenti, tra gli altri, il deputato di Fdi Mauro Rotelli, l’assessore viterbese Marco De Carolis, il consigliere comunale Gianluca Grancini, il portavoce di Fdi Vincenzo Fini, il rappresentante di Gioventù Nazionale Riccardo Ponzio e numerosi altri membri del movimento giovanile.

Riccardo Ponzio, rappresentante di Gioventù Nazionale

“Stasera siamo in piazza per protestare contro il coprifuoco, siamo qui per tutta una generazione che non accetta di tornare a casa, che non vuole essere confinata e vuole tornare a vivere – ha dichiarato Riccardo Ponzio di Gioventù Nazionale – chiediamo che sia eliminato subito, non spostato alle 23 o che se ne riparli a maggio”.

L’assessore De Carolis ha commentato con queste parole la scelta di vietare la circolazione delle persone e chiudere tutte le attività alle 22: “Una misura che, soprattutto nella nostra provincia, rischia di penalizzare esclusivamente le imprese e i lavoratori della ristorazione e dell’accoglienza senza nessuna evidenza che sia una risposta utile a contenere la diffusione del Covid-19. – ha detto De Carolis – Un segno di vicinanza per chi, più di altri, sta pagando sulla propria pelle questo anno terribile e l’augurio per tutti di ripartire, in maniera responsabile, nel corso delle prossime settimane”.

Per Vincenzo Fini e Mauro Rotelli si tratta di “una misura liberticida, non più accettabile, ancora meno nella nostra provincia che non ha mai avuto i numeri da zona rossa”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui