Simboli medievali, lo storico Cavalieri trova nuove spiegazioni

Fino ad oggi non si avevano spiegazioni, poi durante il suo studio è stato riscoperto un nuovo elemento, il percorso della luce continua e forma un cerchio O ed un Tao uguali alle iniziali O e T.

995
Il ricercatore Stefano Cavalieri

Lo studioso civitonico Stefano Cavalieri trova nuove spiegazioni ai simboli di luce che hanno lasciato i monaci medievali.Una scoperta davvero eccezionale.” Nella chiesetta di Santa Pudenziana a Narni sita in località Visciano- spiega Cavalieri- si può assistere ad un’affascinante fenomeno di proiezioni di luci dovuto ad una sovrapposizione tra l’illuminazione proveniente da una monofora crucifera ed una croce dipinta nella parte inferiore dell’altare”.

Fino ad oggi non si avevano spiegazioni, poi durante il suo studio è stato riscoperto un nuovo elemento, il percorso della luce continua e forma un cerchio O ed un Tao uguali alle iniziali O e T. “L’Ipotesi che le due lettere appartengano all’Ordine del Tempio- è dovuta alla moltitudine di simboli contenuti nella chiesa e al fenomeno stesso creato da loro. Cavalieri spiega che “aveva la funzione di una cerimonia, tipo un effetto speciale di quel tempo per riconsacrare l’altare della chiesa nel periodo pasquale. C’è un giorno ben preciso:quando la croce terrena,quella dipinta , e quella divina ,il raggio di luce a forma di croce, si sovrappongono perfettamente.

Il fenomeno era nascosto all’occhio del fedele, solo i monaci potevano vederlo”. Sembra una storia uscita da un film ma è tutto vero. La proiezione è visibile precisamente il 23 aprile e il 18 agosto dalle ore 18 avendo un margine di visibilità di 20 giorni.Cavalieri, utilizzando la tecnologia del video a 360 gradi e con l’ausilio di occhiali a realtà virtuale,crea il nuovo progetto IMAGO che catapulta lo spettatore all’interno dell’edificio sacro nell’attimo del fenomeno. In tal modo l’incredibile e affascinate fenomeno luminoso può essere ammirato non soltanto due giorni l’anno, ma ogni qualvolta si voglia.

Domenica 19 Maggio presso la chiesa di Santa Pudenziana in occasione della festa in onore della Santa, organizzata dall’associazione d’arte e cultura Santa Pudenziana, Cavalieri presenterà il nuovo progetto “IMAGO”,anche grazie alla grandissima disponibilità di  Valentina Leonardi che ha capito fin da subito l’importanza del progetto.

“Mi è stato dato il soprannome da un caro amico di ‘cacciatore di chiese’- conclude lo studioso di Civita Castellana- a me piace, anche perché è veramente una sfida continua tra la chiesa che cela i suoi segreti e me.  Quando riesco a capirli e a svelarli mi sento sempre un po’ più vicino ai nostri avi e pensare come loro”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui