Riceviamo e pubblichiamo

SP Cimina, gli uomini della stradale salvano un cucciolo sui monti

Il cagnolino, un cucciolo di segugio da caccia, veniva notato dagli agenti intorno al km.12+700 della Cimina, verso le ore 9 di domenica mattina: gli operatori, dopo aver bloccato il traffico per precauzione, scesi dalla vettura di servizio, riuscivano a tranquillizzare l’animale, molto spaventato, e a rifocillarlo con pane e acqua.

181

“Gli uomini della Polizia di Stato della Sezione Polizia Stradale di Viterbo, nella mattinata di domenica scorsa, durante il servizio di pattugliamento stradale, hanno individuato e tratto in salvo un cagnolino che si aggirava, spaventato, sulla SP “Cimina”.

Il cagnolino, un cucciolo di segugio da caccia, veniva notato dagli agenti intorno al km.12+700 della Cimina, verso le ore 9 di domenica mattina: gli operatori, dopo aver bloccato il traffico per precauzione, scesi dalla vettura di servizio, riuscivano a tranquillizzare l’animale, molto spaventato, e a rifocillarlo con pane e acqua.

Poi, grazie all’aiuto di alcuni automobilisti di passaggio, veniva utilizzato un collarino ed un guinzaglio per allontanarlo dalla strada e porlo in sicurezza. Gli agenti intervenuti chiedevano, immediatamente, l’ausilio di un veterinario che accertava l’assenza di microchip.

Grazie al cielo, l’avventura del cucciolo ha avuto un lieto fine: infatti, i genitori di una bambina accorsa sul posto hanno dato la loro disponibilità ad adottare il piccolo cane”.

 

IL CAPO UFFICIO STAMPA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui