Spiagge del litorale trasformate in discariche a cielo aperto dopo i festeggiamenti di Ferragosto

Ladispoli è solo un esempio di quel che è avvenuto sulle coste del litorale laziale. Grande l'inciviltà da parte di molti

368
spiaggie

Dai nostri partner di CivOnline, il quotidiano telematico dell’Etruria

LITORALE – Da Marina di Palo a Via Roma lo scenario che si è presentato sotto gli occhi di era uscito da casa anche solo per una passeggiata sul lungomare, è stato sconvolgente.

Cumuli di rifiuti di ogni tipo accatastati su tutta la spiaggia diventata una vera e propria discarica a cielo aperto. L’ordinanza per cercare di evitare che situazioni di questo tipo potessero presentarsi c’erano. Da palazzo Falcone avevano annunciato il divieto di campeggiare sulle spiagge, lanciare lanterne cinesi e accendere sulle spiagge falò. Ordinanza che in molti, stando alle foto che già da ieri in tarda serata sono iniziate a circolare in rete, dai molti, non sarebbe stata rispettata. Ma a peggiorare ancora e soprattutto la situazione i cumuli di rifiuti abbandonati da chi dove una notte di folle divertimento ha pensato bene di tornarsene a casa senza prima ripulire lo scempio lasciato. “La mattina chi passa per controllare che le ordinanze siano state rispettate?”, si chiede un residente. “I vigili dove stanno?”, continua ancora un ladispolano furioso per lo scempio che gli si è presentato davanti agli occhi. Bottiglie di alcolici, carte, cartoni, i resti dei falò abbandonati lì con gli operatori della Massimi che a mano hanno iniziato a raccogliere quanto disseminato per terra. E mentre i cittadini puntano il dito contro chi non ha vigilato questa mattina che le spiagge fossero lasciate in buone condizioni per permettere ai bagnanti di poterne usufruire senza il timore di incappare in vetri rotti o fuochi sommersi dalla sabbia, il primo cittadino, alla vista delle immagini postate sui social punta il dito contro gli incivili.

“Insegnate ai vostri figli il rispetto per l’ambiente e per il prossimo. A giudicare dai risultati qualcuno non ha ancora ben compreso come si sta al mondo! Buon ferragosto a tutti, tranne che a voi, somari, che avete lasciato le spiagge in questo stato!”. A puntare il dito contro gli incivili anche il consigliere delegato al servizio di igiene urbana Carmelo Augello: “È’ doveroso per me ringraziare la Ditta Massimi e tutti gli operatori che stamattina sono intervenuti nel ripristino delle tante spiagge lasciate in maniera indecorosa da incivili e irrispettosi. Ovviamente la sosta prolungata di molte persone fino a tarda mattinata non ha agevolato il lavoro degli operatori, che sono comunque riusciti ad ottenere un buon risultato, che sarà portato a termine a breve. Fino a quando Ladispoli sarà preda di questi incivili non ci sarà servizio adeguato. Buon Ferragosto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui