Sporcizia e murales, la protesta nei social sulle condizioni del lavatoio de “La Quercia”

Dopo i continui controlli del Comune e della Polizia Locale nei giorni precedenti purtroppo qualche malintenzionato ha preferito, forse anche per gioco, imbrattare i muri e sporcare per terra dove accanto si trova anche il giardino pubblico.

273

Dopo le continue segnalazioni dei giorni scorsi sui social, tra Facebook e Instagram, inerenti a murales e oggetti per terra presso il “Lavatoio” di via Campo Graziano, zona La Quercia, ci siamo recati per verificare la situazione.

Un sopralluogo che ha riscontrato la non decenza da parte di alcuni “piccoli vandali” – non conoscendone l’età si vuole definirli così – che hanno “massacrato” un piccolo pezzo di storia della frazione di Viterbo. Dopo i continui controlli del Comune e della Polizia Locale nei giorni precedenti purtroppo qualche malintenzionato ha preferito, forse anche per gioco, imbrattare i muri e sporcare per terra dove accanto si trova anche il giardino pubblico.

Un gesto “condannato”, oltre che dagli abitanti della zona, anche sui social: “Imbrattano pezzi di storia di un paese” – cita sul social Facebook un utente che non accetta tali atti.

“Sarebbe da rimettere nelle scuole l’educazione civica” – commenta G. L. in vari post riguardanti l’infelici gesti vandalici.

Si spera che il buon senso ritorni e possa far capire a qualcuno che è un peccato rovinare “piccoli beni” della nostra zona.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui