Stabilimento ex Mineralneri, l’associazione “A Testa Alta” è scesa a protestare sulla Cassia

I manifestanti hanno chiesto a gran voce al sindaco di spiegare le ragioni di una scelta ( quella del centro commerciale ) chiaramente lesiva del tessuto socio economico di Capranica

766

Stamani a Capranica, l’associazione “A Testa Alta” ha organizzato un corteo sulla Cassia per manifestare la propria contrarietà alla scelta dell’amministrazione comunale di concedere tramite delibera di interesse pubblico e cambio di destinazione d’uso dello stabilimento ex Mineralneri, di fatto aprendo le porte alla nascita di un centro commerciale.
La protesta nella quale erano presenti circa cento persone si è svolta al grido “restituiamo lo stabilimento Mineralneri ai capranichesi per uno sviluppo diverso della nostra città, coerente con la vocazione turistica delle nostre terre”.

I manifestanti hanno chiesto a gran voce al sindaco di spiegare le ragioni di una scelta ( quella del centro commerciale ) chiaramente lesiva del tessuto socio economico di Capranica. Tutti i cittadini si sono sentiti in dovere di prendere la parola e ognuno con la propria sensibilità ha spiegato con dignità e fermezza le ragioni del proprio dissenso.

Quella dignità che da più di un anno l’ associazione A Testa Alta chiede all’amministrazione
comunale, la dignità di avere risposte ,la dignità di avere spiegazioni, la dignità di essere ascoltati. Fino a ieri nessuna risposta dell’ amministrazione è arrivata e oggi nessuno ha avuto la dignità e il rispetto di rispondere.
Una piccola nota di colore, nonostante il caldo afoso agostano di fronte alle richieste dei cittadini dalla piazza, le finestre del comune sono state chiuse, forse sentire la voce libera dei cittadini è più fastidioso del solleone di agosto.
Domani i manifestanti parteciperanno al Consiglio comunale fissato per le 16,30 e invitano tutti i cittadini ad essere presenti.
Se gli amministratori chiudono la finestra è diritto dei cittadini entrare dalla porta e fare sentire la propria voce.
Il comune è la casa di tutti!

Si legge in un comunicato dell’Associazione “A Testa Alta”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui