Standing ovation del popolo del PD per Enrico Letta e Alessandra Troncarelli

92

Viterbo – Enrico Letta, segretario nazionale del Partito Democratico, con Bruno Astorre, segretario regionale del PD, Enrico Panunzi, consigliere regionale e Manuela Benedetti, segretaria provinciale, alle ore 17,30 del 3 giugno, alle Terme Salus, hanno partecipato all’incontro a favore di Alessandra Troncarelli sindaco. Presente, in prima fila, anche Massimo Erbetti del Movimento 5 stelle.

A una settimana dalle elezioni, tutti uniti nel segno di Alessandra.

Bruno Astorre interviene:
” Vedere 1000 persone, fra i seduti e all’aperto, è una grande emozione. C’è una promozione di una classe dirigente giovane, femminile e competente. 239 candidati a sostegno di Alessandra. La Tuscia ha avuto una delle migliori assessori regionali del Lazio. Il PD richiederà che, quando la Troncarelli sarà sindaco, non si perda l’assessorato regionale”.
Una coalizione ampia, a sostegno della Troncarelli, tutti convinti che Alessandra sia il miglior nome come candidata sindaco.

Alessandra Troncarelli pensa che indossare la fascia tricolore sia per lei il più grande onore. Poi aggiunge: “Saremo sempre pronti a tendere la mano a chi ha bisogno. Dobbiamo restituire dignità alla città, facendo tornare ordinario ciò che oggi sembra straordinario, con un abbattimento delle barriere architettoniche e culturale.”
Rivolta ai giovani, li esorta:”Andate a votare!”.
Secondo la candidata, con esperienza, competenza e capacità amministrativa, si potranno ben investire le risorse che stanno per arrivare, grazie a una coalizione accogliente e coesa, con unità di intenti e di obiettivi.

Il consigliere regionale Enrico Panunzi ricorda le 1300 persone presenti al Palazzo Papale alla presentazione, poi il bagno di folla per l’arrivo di Zingaretti e ringrazia Enrico Letta per la “sobrietà meditata” con la quale sta dando al PD una visione rivolta al futuro.

Panunzi fa un paragone: “Alessandra, quando ebbe la proposta di candidarsi a sindaco, fece come papa Luciani: non si sentiva forse sicuro, ma poi si è messa a disposizione della città. La coalizione si è allargata ed è stata sempre più unita intorno al nome di Alessandra.”

Poi ricorda l’esperienza amministrativa che ha Alessandra: è stata assessore per 5 anni a Viterbo e per 4 anni e mezzo assessore ai servizi sociali alla Regione.

Il segretario nazionale Enrico Letta, dopo aver ringraziato i presenti e Zingaretti, ha insistito sulla modernità e l’importanza dell’ inclusione femminile.
“L’Italia di oggi non ci piace – sostiene- Siamo ai più bassi livelli di occupazione femminile e giovanile. Nell’Italia di oggi i salari sono bassi e i ragazzi escono di casa a 30 anni e mezzo in media, con stage e tirocini gratuiti e l’idea che il primo lavoro sia una concessione non un diritto . Noi dobbiamo costruire un Paese attrattivo per i ragazzi e Alessandra una città attrattiva per i giovani innanzi tutto”.

Parla di nuove tecnologie, di digitalizzazione, di sostenibilità poi riflette:”Il partito democratico è inclusivo, è il partito dei congressi, della coesione: bisogna essere sereni. – ironizza – La politica non è individuale. È un’avventura collettiva, di popolo, che insegna a sostituire l’io con il noi.”


L’incontro si è concluso con una standing ovation dei presenti per Enrico Letta e la candidata Alessandra Troncarelli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui