Stanziati 2 milioni di euro per i piccoli comuni dalla Regione Lazio

È stato pubblicato nei gironi scorsi sul BURL l’avviso pubblico per la concessione di contributi destinati alla riqualificazione di spazi, strutture e beni di valore storico e simbolico per i piccoli comuni del Lazio. A beneficiare del finanziamento saranno i Comuni con meno di 5.000 abitanti

399
castello

È stato pubblicato nei gironi scorsi sul BURL l’avviso pubblico per la concessione di contributi destinati alla riqualificazione di spazi, strutture e beni di valore storico e simbolico per i piccoli comuni del Lazio. A beneficiare del finanziamento saranno i Comuni con meno di 5.000 abitanti, che potranno presentare proposte di intervento per contributi in conto capitale fino a 40mila euro da assegnare in base a specifici criteri di valutazione destinati alla riqualificazione di spazi, strutture e beni di valore storico e simbolico.

La concessione del contributo regionale riguarda proposte di intervento che dovranno essere ispirate al recupero e miglioramento dei luoghi della comunità ossia di quei beni, manufatti, siti e spazi urbani che rivestono un particolare valore storico e simbolico per la collettività locale e che possono rappresentare un motivo di attrazione per visitatori e turisti.

Le finalità perseguite dai progetti potranno essere rivolte a favorire l’aggregazione sociale; migliorare il decoro e l’estetica urbana in particolare di strade, piazze, collegamenti pedonali e giardini; sviluppare spazi culturali ovvero restauri, opere ed installazioni; adeguare edifici per la promozione di prodotti e attività tradizionali del territorio. I Comuni interessati hanno tempo sino al 27 maggio per inoltrare la domanda e la documentazione prevista nell’avviso.

“Il bando fa parte di una strategia di ripopolamento delle aree interne tramite finanziamenti di microprogettualità fino a 40mila euro – dichiara il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Il rilancio, la valorizzazione e il ripopolamento di questi territori non sono una questione che riguarda solo i piccoli Comuni – continua Zingaretti – ma è la grande questione italiana: se non ci sono politiche attive per loro, cambia radicalmente il volto dell’Italia e andiamo verso processi inevitabili di metropolizzazione, che invece non va vissuta in contrapposizione alla qualità e ai livelli di vita dei piccoli Comuni, che sono il vero patrimonio italiano”.

“Andiamo avanti concretamente con azioni e con una politica a favore dei piccoli comuni della Regione Lazio – il commento di Cristiana Avenali, Responsabile Ufficio di Scopo Piccoli Comuni e Contratti di Fiume –  e questo bando è un ulteriore tassello che mettiamo a disposizione. Un bando che nasce prendendo spunto da una buona pratica amministrativa che con Il presidente Zingaretti abbiamo ideato in Provincia di Roma e che consentirà ai Comuni con meno di 5000 abitanti di presentare progetti per valorizzare il proprio patrimonio culturale locale, materiale e immateriale, che possa contribuire allo sviluppo dell’aggregazione sociale, al miglioramento del decoro urbano e allo sviluppo di spazi dedicati alle attività tradizionali, con interventi ad esempio di sistemazione di strade, piazze e giardini adeguamento di edifici e spazi per il recupero di una identità dei luoghi, valorizzazione di attività tradizionali locali e per il sostegno dell’imprenditoria giovanile legata alla promozione del territorio”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui