Stelle cadenti già visibili a Viterbo. Ecco gli “appuntamenti” per non perdersi un grande spettacolo!

La "pioggia" di stelle accompagnerà anche le prossime notti estive dei viterbesi e le probabilità di "adocchiarle" saranno elevate. Il motivo? Lo sciame meteorico delle Delta Aquaridi si sovrapporrà a quello delle Alpha Capricornidi

453
Stelle cadenti

“San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l’aria tranquilla arde e cade,
perché sì gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.”[…].

Chi non ricorda i celeberrimi versi di Giovanni Pascoli dedicati al padre Ruggero, ucciso nella notte del 10 agosto 1867? Ora che si avvicina il 10 agosto, tali versi, più attuali che mai, ci invitano a guardare il cielo di notte, nella speranza di vedere la scia luminosa ed esprimere un desiderio.

A Viterbo, nei giorni scorsi, se ne sono viste già molte di stelle cadenti!
La “pioggia” di stelle accompagnerà anche le prossime notti estive dei viterbesi e le probabilità di “adocchiarle” saranno elevate. Il motivo? Lo sciame meteorico delle Delta Aquaridi si sovrapporrà a quello delle Alpha Capricornidi, dando a tutti la possibilità di assistere a uno spettacolo unico. Di colore giallo intenso, le Alpha Capricornidi sono tra le più lente e sono state viste da molti viterbesi già nei primi di agosto, insieme alle Alfa Arietidi.

Per le Delta Aquaridi ci sarà un picco di stelle nella notte tra 8 e 9 agosto.

Aquilidi: si vedranno nella notte di San Lorenzo, tra il 10 e l’11 agosto

Perseidi: le Lacrime di San Lorenzo raggiungeranno il picco di stelle tra il 12 e il 13 agosto, ma saranno visibili fino al 24 agosto.

Kappa Cignidi: saranno visibili soprattutto la notte del 20 agosto.

Ma le stelle cadenti non saranno l’unico appuntamento astronomico del mese. Avremo infatti anche delle importanti congiunzioni: il 9 Agosto la Luna incontrerà Giove, pianeta che sarà ben visibile per tutto il mese, molto luminoso nel cielo. L’11 Agosto la Luna incontrerà Saturno.

L’ora migliore per vedere le stelle cadenti è intorno alla mezzanotte, in luoghi ovviamente bui e suggestivi con il cielo sereno e il clima mite: alla Faggeta, sui Cimini, in campagna, intorno ai laghi o al mare.

“L’amor che muove il sole e le altre stelle”:  dall’ultimo canto del Paradiso di Dante alla notte di San Lorenzo di Viterbo del 2019, un po’ tutti aspettiamo di rimanere incantati e speriamo di vedere esauditi i nostri desideri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui