L'estate scorsa in Italia era assente 1 straniero su 2. Secondo le previsioni i flussi di visitatori torneranno ai livelli pre-pandemia soltanto nel 2023

Stop alla quarantena da Paesi UE e Gran Bretagna: l’Italia riapre al turismo estero

171
aereo

Il turismo estero tornerà in Italia ancora prima dell’apertura della stagione estiva: entra in vigore da oggi, domenica 16 maggio, la nuova ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza, con cui decade l’obbligo di quarantena per le persone provenienti da altri Paesi.

Per chi arriva dai Paesi Europei, area Schengen, Gran Bretagna e Israele a partire da oggi sarà infatti sufficiente soltanto un tampone negativo per l’ingresso in Italia.

Con una seconda ordinanza Speranza ha disposto di estendere la possibilità di ingresso in Italia con i voli Covid tested “per chi proviene da Canada, Giappone, Emirati Arabi Uniti oltre che dagli Stati Uniti. Gli aeroporti abilitati sono ora quelli di Roma, Milano, Venezia e Napoli”, ha comunicato il Ministro.

Prorogate, al momento, le misure restrittive relative al Brasile, dove la situazione pandemica appare ancora tutt’altro che sotto controllo.

Si tratta di un’apertura molto importante, soprattutto dal punto di vista economico: basti pensare che, lo scorso anno, la quasi totale assenza di visitatori stranieri in estate, – che rappresentano il 13% del Pil – ha fatto sì che ne mancasse all’appello 1 su 2. Per tornare ai livelli pre-pandemia sarà però necessario attendere almeno fino al 2023.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui