Stop gialloblù a Rieti: Viterbese sconfitta 1-0 nel derby laziale

Allo stadio Scopigno di Rieti la Viterbese Castrense viene sconfitta 1-0 nella 29° giornata del girone C di Serie C.

459
Viterbese sconfitta a Rieti
Foto di Enrico Meloccaro

Allo stadio Scopigno di Rieti la Viterbese Castrense viene sconfitta 1-0 nella 29° giornata del girone C di Serie C. Sono gli uomini di Capuano ad aggiudicarsi l’atteso derby laziale, deciso dalla rete di Marchi arrivata al 18’.

Formazioni:

Rieti (3-5-2): Marcone; Delli Carri, Gigli, De Vito; Brumat, Marchi, Carpani, Venancio, Zanchi; Cernigoi, Gondo.

Viterbese Castrense (3-5-2): Valentini; Atanasov, Rinaldi, Sini; De Giorgi, Palermo, Damiani, Tsonev, Mignanelli; Vandeputte, Polidori.

La prima occasione della partita coincide con il gol del vantaggio dei padroni di casa. Al 18’ Marchi, infatti, riesce a capitalizzare al meglio l’assist di Carpani e a trovare l’1-0. La Viterbese tenta la reazione sfruttando anche l’inserimento di Pacilli (al posto dell’infortunato Tsonev) e una disposizione tattica diversa. Reazione che, tuttavia, non è tale da riuscire a centrare il pareggio. Ci prova prima Polidori al 29’, il cui tiro è respinto da Marcone, poi due volte Pacilli ma entrambi i tentativi finiscono a lato.

Secondo tempo praticamente senza occasioni né da una parte né dall’altra. I cambi super offensivi di Calabro, ossia Luppi, Bismark e Zerbin e il passaggio al 4-2-3-1 non generano la scossa auspicata. Tutto si complica al 58’, quando Damiani perde una palla velenosa e blocca la ripartenza avversaria con un fallo da ultimo uomo, ricevendo così il rosso. Il Rieti non attacca più ma difende la vittoria fino alla fine senza troppi grattacapi, anche grazie alla superiorità numerica.

Con questa sconfitta, la Viterbese perde una grande opportunità di dare continuità ai propri risultati. Poteva essere, infatti, una settimana perfetta, dopo le belle vittorie casalinghe contro Catania in campionato e Teramo in Coppa. Non è stato così, la Viterbese ha pagato la poca lucidità mostrata in campo e una prestazione non a livello delle precedenti. A incidere è stata senza dubbio anche la stanchezza, sia mentale sia fisica dei giocatori, inevitabile quando si arriva alla terza partita della settimana dopo due gare molto dispendiose. Come se non bastasse, ci sono da segnalare anche l’infortunio di Tsonev e l’espulsione di Damiani, due assenze a centrocampo che accorceranno le rotazioni per la prossima partita.

“Sul nostro cammino c’è un avversario molto difficile con il quale confrontarsi. Il Rieti è una squadra insidiosa che ha una fase difensiva pressoché perfetta.” Parole quasi profetiche quelle rilasciate da mister Calabro alla viglia del match. Il tecnico gialloblù si aspettava una partita difficile e così è stato, anche se sicuramente sperava in un finale diverso. Il calendario, come ormai da circa due mesi, non prevede soste. Mercoledì arriva al Rocchi il Monopoli, partita in cui la squadra è chiamata alla reazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui