Strada Acquabianca, tempi lunghi per la normalizzazione della viabilità

439

sagginiOggi una squadra di operai, su ordine della Provincia di Viterbo, ha installato un semaforo fisso, per la gestione del senso unico alternato, su Strada Acquabianca. Fino a ieri il servizio veniva svolto da un semaforo portatile da cantiere.

 

Il messaggio lanciato dalla nuova installazione sembra dire: “Adesso finalmente facciamo sul serio”, (nel senso che è

L’ing. Dello Vicario

iniziata una fase lunga). L’impianto semaforico è dotato di pannello fotovoltaico, per generare l’energia necessaria al funzionamento dello strumento, che a questo punto non ha più le caratteristiche di precarietà, ma piuttosto di impianto fisso. Questa nuova installazione, sta a significare che si prevedono tempi abbastanza lunghi, per la sistemazione della Strada Acquabianca, e per la sospirata riapertura in entrambi i sensi. Quando accadde la frana, con tutte le operazioni che ne seguirono (sopralluoghi della Regione Lazio, interventi dei Vigili del Fuoco, analisi di un geologo, lavoro dei rocciatori), fino all’apertura a senso unico alternato, andammo a parlare con il dirigente dei Lavori Pubblici della Provincia, ing. Dello Vicario. Il funzionario ci spiegò che la rupe era soggetta a continue frane, per la sua costituzione. Infatti, i blocchi di tufo che la compongono, sono intramezzati da strati di argilla, che in caso di piogge, favoriscono lo scivolamento e la frana dei blocchi stessi, verso la carreggiata.

Quindi è necessario che la la Soc. Colle Verde, proprietaria della rupe, metta in cantiere lavori di contenimento e deviazione delle acque meteoriche, in modo che si scarichino ai lati della rupe, evitando infiltrazioni dannose. Sempre in quella zona c’è anche da fare la rotatoria che doveva essere fatta circa nove anni fa. Adesso sembra che a primavera verrà finalmente fatta. Per la riapertura a doppio senso, mettiamoci l’anima in pace. Non è per adesso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui