Il sindaco ha preso parte a un incontro in Questura per individuare tutte le attività illecite presenti sul territorio del Comune

Stupro di Orte, Giuliani: “Fatto che ha scosso tutta la collettività, aspettiamo l’esito delle indagini”

204
angelo giuliani
Angelo Giuliani, sindaco di Orte

Un fatto terribile che ha scosso l’intera comunità di Orte quello del presunto stupro avvenuto attorno alla mezzanotte del 18 settembre. Stando a quanto riportato dai Carabinieri accorsi sul posto, un ghanese di 40 anni è stato accusato di violenza sessuale e sequestro di persona, dopo essere stato trovato nudo nell’abitazione di una 35enne residente nel Comune. Le forze dell’ordine sono state avvertite dalla madre della donna, allarmata poiché la figlia non rispondeva al telefono da diverso tempo.

Il sindaco di Orte Angelo Giuliani commenta così l’accaduto: “Dalle notizie che ci pervengono non è ancora delineato chiaramente quali siano state le dinamiche di quanto successo, aspettiamo i risultati delle indagini. Al momento – continua – ci affidiamo all’autorità giudiziaria e a tutti gli organi di Polizia per far luce su questo fatto che ha scosso tutta la collettività, dopodiché faremo le nostre valutazioni”.

“Nel frattempo – aggiunge Giuliani – posso dire che le Forze dell’Ordine sono organizzate, ho partecipato a un incontro questa mattina (ieri, ndr) in Questura per individuare tutti coloro che non sono in regola e per poter contrastare le attività illecite e non regolari sul territorio del nostro Comune”.

Tornando alla storia del presunto stupro, il sindaco di Orte spiega che “le notizie sono frammentarie che non mi consentono di esprimere un giudizio definitivo, ovviamente se fosse confermato c’è la più ferma condanna di questo gesto molto brutto e la mia vicinanza alla vittima”.

Mentre le dinamiche di quella notte restano ancora avvolte in un alone di mistero, sembra che il 40enne ghanese accusato sia regolarmente in possesso del permesso di soggiorno e che risieda ad Orte Scalo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui