Su Strada Signorino si passeggia tra frane e grotte etrusche

626

Strada Signorino è una via ricca di storia e leggende, una via che parte dalla centralissima Valle Faul e si addentra verso Castel d’Asso, è una linea scavata nel tufo con un colpo d’occhio mozzafiato.

Una via cava risalente al periodo etrusco, intervallata da grotte che racchiudono anni di credenze e racconti leggendari. Peccato che per passare attraverso anni di storia si debba fare molta attenzione a non finire contro un masso o una parete di tufo crollata in mezzo alla carreggiata. Già, perché che si passi da strada Signorino per amore della storia o semplicemente per andare a casa, non bisogna mai abbassare la guardia perché la frana potrebbe essere dietro l’angolo.

Avevamo già interrogato l’assessore ai Lavori pubblici Laura Allegrini sulla questione della messa in sicurezza di questo tratto un paio di mesi fa, sistemazione che spetterebbe ai proprietari delle case che si trovano lungo la via, ma che evidentemente ancora o si sono adoperati per evitare che continuino a verificarsi smottamenti e crolli delle pareti tufacee.

Dopo Strada Acquabianca e la Cassia Sud, non ci resta che constatare che Strada Signorino si aggiunge alla lista di luoghi da sistemare al più presto per evitare che crolli definitivamente. Attendiamo fiduciosi che, a seguito dell’ennesima denuncia, i proprietari dei terreni adiacenti mobilitino per evitare che si verifichino ulteriori crolli che sono un grosso rischio per i cittadini che, ogni giorno, percorrono quel tratto di strada.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui