SuperAbile come esame di maturità, l’invito di un insegnante ai maturandi

Maria Pia Ciotola, insegnante di educazione motoria del Vincenzo Cardarelli, ieri nel corso di un evento con Lorenzo Costantini, ha invitato gli studenti a presentare il progetto all’esame del quinto anno

42

Riceviamo e pubblichiamo da SuperAbile.

TARQUINIA – “Portate SuperAbile all’esame di maturità”. Maria Pia Ciotola, insegnante di educazione motoria del “Vincenzo Cardarelli”, ieri nel corso di una tappa del progetto fondato da Alfredo Boldorini, con Lorenzo Costantini, ha invitato gli studenti a presentare il format all’esame del quinto anno.

“SuperAbile è un valido progetto presente in molte scuole d’Italia – aggiunge la docente di Tarquinia -. Ho avuto modo di ascoltare già tre conferenze e posso dire che è un’ottima proposta dove si parla di sport come forma di vita, di uguaglianza e parità, di disabilità, di inclusione. Credo che possa essere tranquillamente presentata agli esami di giugno. Come istituto superiore teniamo molto non solo all’aspetto didattico, ma anche a quello sociale, formativo e morale. Ho chiesto a SuperAbile altri incontri formativi”.

Luca Bondi, insegnante di religione, nonché ispiratore di questi incontri, si è detto entusiasta della forza invasiva di questo progetto.

“Ringrazio l’istituto Vincenzo Cardarelli, la dirigente scolastica Laura Piroli ed in particolare gli insegnanti Luca Bondi e Maria Pia Ciotola – afferma Alfredo Boldorini – non solo per l’invito a questi incontri mirati direttamente in classe ma anche per quanto detto in favore del nostro progetto: parole queste ci lusingano e ci spronano a fare ancora meglio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here