Sutri, ancora polemiche in Consiglio comunale. Sgarbi: “Tu gli mostri la Luna e loro guardano il dito”

Sgarbi: "Ai seguaci del coordinatore locale di Forza Italia ha risposto Berlusconi, chiedendomi di fare il capolista di Forza Italia per le regionali in Emilia Romagna"

420
Vittorio Sgarbi, sindaco di Sutri, risponde alle polemiche dei consiglieri di minoranza che lo accusano di non essere stato presente al Consiglio comunale odierno per il passaggio delle consegne alla nuova maggioranza e al vicesindaco Lillo Di Mauro:
“Il museo di Palazzo Doebbing, con opere di valore internazionale, Sutri tra i borghi più belli d’Italia, il Christmas Village per un innovativo slancio economico locale, e poi le decine di importanti figure istituzionali e culturali italiane giunte a Sutri, l’Antichissima Città continuamente su tutte le cronache nazionali, televisive e giornalistiche. E ora, con la nuova maggioranza, in virtù di un preciso patto politico con Lillo Di Mauro, l’ordinaria amministrazione cittadina che ha ripreso finalmente a funzionare nelle urgenze e nelle attività più comuni. Tu gli mostri la Luna e loro guardano il dito.
Speriamo che quei consiglieri, guidati dal traditore Amori, passato con Nunzia Casini alla opposizione, lascino sempre l’aula. Ai seguaci del coordinatore locale di Forza Italia ha risposto Berlusconi, chiedendomi di fare il capolista di Forza Italia per le regionali in Emilia Romagna, le più importanti per il partito. Ho accettato. Cerchino di non essere all’opposizione di se stessi per aver sostituito un esponente non eletto di un altro partito con un esponente eletto di una lista civica. Forza Italia non si faccia vittima di un rappresentante incontrollabile della destra radicale fascista”
Comune di Sutri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui