Il sindaco Sgarbi non ci va certo leggero nel rispondere alle accuse rivoltegli da un esponente del gruppo "Noi per Sutri", che ne avrebbe denunciato immobilismo e decadimento

Sutri, Sgarbi duro contro l’opposizione: “Un consigliere nullità e traditore”

291
sgarbi

“C’è un analfabeta a Sutri che è stato eletto nella mia lista, con i miei voti, e che se ne è andato per i suoi particolari interessi, entrando nel gruppo ‘Noi per Sutri’, costituito di recente”. Il sindaco del Comune Vittorio Sgarbi non ci va certo leggero nel rispondere ad alcune “osservazioni” fattegli pervenire dal consigliere in questione, Alessio Vettori.

Quest’ultimo avrebbe riportato al primo cittadino alcune considerazioni sulle problematiche di Sutri, accusando l’attuale amministrazione di immobilismo. “Lui dimentica – ha affermato Sgarbi in riferimento alle parole di Vettori – che abita in uno dei borghi più belli d’Italia grazie a me. Da quando ci sono io c’è stato questo riconoscimento”. Tra le altre cose il sindaco ha anche sottolineato come Sutri sia l’unica “città viva in una Tuscia in cui tutte le altre sono ferme” – anche a causa della pandemia – e che “è sempre piena anche ora nelle giornate di festa”.

Oltre a ciò, dall’insediamento di Sgarbi anche la vita culturale del Comune ha visto un notevole sprint in avanti, con l’apertura di tre grandi mostre nel giro di tre anni a Palazzo Doebbing. “Abbiamo un palazzo espositivo che funziona perfettamente, dove arrivano giornali e televisioni nazionali”, ha aggiunto il primo cittadino, chiarendo che “non c’è nessun segno di decadimento che lui (Vettori, ndr) attribuisce a me per pura miserabile invidia di uomo inetto”.

Sulle critiche mosse dal consigliere di “Noi per Sutri” circa le esternazioni sul tema Covid – quando il sindaco aveva invitato tutti a recarsi in visita a Codogno – Sgarbi risponde senza esitazioni. “Invito le persone ad andare a Codogno, così come in qualsiasi altro luogo stando all’aria aperta. – dichiara – Il Covid serve solo per usarlo per gente vile che non vuole fare nulla, quando in realtà si possono fare molte cose”. Parlando di mascherine, il sindaco di Sutri ha poi commentato che “portarle all’aria aperta è inutile, così come in automobile e lo dice qualunque medico che sa bene che all’aperto non accade nulla. Il distanziamento sociale che è ciò che lei (Vettori, ndr) vuole, così come quelli che sono per il Covid e per umiliare le persone invece di combatterlo, per ridurre persone normali a malati, malati come lei”.

Infine, il riferimento – tutt’altro che velato – al passaggio del consigliere al gruppo appena costituito e dichiaratamente ostile all’amministrazione. “Lei non è un consigliere del Comune – dice Sgarbi – lei è una nullità e un traditore. Io l’ho fatta eleggere e lei ha tradito prima di tutto me, e poi i suoi elettori”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui