Il 4 giugno scade il termine per presentare le manifestazioni d'interesse ad acquisire il 40% delle quote

Talete accelera sull’ingresso ai privati, e le altre opzioni che fine hanno fatto?

135
La sede di Talete Spa a Viterbo

Il 4 maggio sul sito di Talete è comparso l’avviso per la manifestazione d’interesse relativo all’acquisizione del 40% delle quote della Spa.

Peccato che solo poco tempo prima, per la precisione il 26 aprile, sembrava che tale eventualità dovesse essere presa in considerazione solo come extrema ratio.

O almeno così era stata giustificata l’approvazione del mandato all’amministratore unico Genova, firmato dai sindaci durante l’assemblea di fine aprile.

Il mandato sottoscritto prevedeva, almeno stando a quanto riferito da alcuni dei firmatari – tra cui il sindaco Arena – di valutare e cercare di percorrere varie strade prima di aprire all’ingresso dei privati.

Reperire liquidità per rimpinguare le disastrate casse societarie è imperativo e tra le opzioni possibili alcune, come la ricapitalizzazione da parte dei Comuni, sono difficilmente praticabili.

Sulle altre – il recupero delle morosità ed eventuali contatti con istituti di credito per ottenere finanziamenti – non si hanno notizie così come sull’attivazione della Due diligence.

Strumento tra l’altro utile anche per delineare il valore della società, un dato che sarebbe quanto mai opportuno conoscere prima di pensare a vendere, o svendere, le quote.

Una boccata d’ossigeno per le casse di Talete, ma soprattutto per le tasche degli utenti, potrebbe arrivare dalla Regione se stanziasse nuovi fondi per sostenere le spese della manutenzione dei dearsenificatori. Una voce, che in soldoni si traduce in costi per 9 milioni l’anno spalmati sulle bollette dei cittadini del Viterbese.

Intanto però il tempo scorre e il 4 giugno scade il termine per la presentazione delle manifestazioni d’interesse.

Cosa è accaduto delle altre opzioni, cosa è stato fatto prima di avviare le procedure per la cessione delle quote ai privati?

Si attendono risposte da chi di competenza.

Magari prima del 4 giugno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui